Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:53

Bari - Sventato agguato

Arrestato Francesco Strisciuglio, 29 anni, con precedenti penali, appartenente alla omonima famiglia malavitosa in guerra con clan rivale
BARI - I carabinieri hanno identificato, e arrestato, uno dei due presunti responsabili del tentativo di agguato scoperto due giorni fa nella città vecchia di Bari. Si tratta di Francesco Strisciuglio, 29 anni, con precedenti penali, appartenente alla omonima famiglia malavitosa.
Il tentativo di agguato sarebbe riconducibile - secondo gli investigatori - alla sanguinosa faida in corso tra i clan mafiosi rivali Strisciuglio e Capriati e fu sventato dai carabinieri il 16 giugno nella città vecchia di Bari, tra piazza Chiurlia e via Boccapianola.
Una pattuglia di militari dell'Arma notò due persone a bordo di una moto di grossa cilindrata: il passeggero, proprio in quel momento, stava estraendo una pistola. I carabinieri intimarono l'alt ai motociclisti, che riuscirono a fuggire nonostante un inseguimento che si protrasse anche a piedi.

LE DONNE DELLA CITTA' VECCHIA PROTAGONISTE
Sono state le urla di alcune donne a sventare un probabile agguato l'altro ieri nella città vecchia di Bari. Lo hanno rivelato stamane i carabinieri del reparto operativo che hanno arrestato Francesco Strisciuglio, 29 anni, che due giorni fa fu intercettato da una pattuglia di militari a bordo di un grosso ciclomotore insieme ad un altro giovane, ma riuscì a sfuggire alla cattura. I due, giunti in piazza Chiurlia, erano intenzionati, secondo gli inquirenti, a compiere un agguato ai danni di un esponente del clan Capriati che si trovava all'interno di un bar.

Vista la scena alcune donne hanno cominciato a gridare, mettendo in allarme il presunto bersaglio ma anche gli attentatori. La pattuglia dei carabinieri, a quel punto, ha cercato di fermare i due giovani intimandogli l'alt ma uno di questi, seduto sul sedile posteriore, ha addirittura puntato l'arma contro i carabinieri che sono riusciti a riconoscere il conducente, Francesco Strisciuglio.

Gli inquirenti in questi giorni si sono messi sulle sue tracce e hanno presidiato la sua abitazione in piazza Castello, posizionandosi anche sulle torri del monumento. Ieri pomeriggio lo hanno arrestato.
Anche in questo caso sono intervenute alcune donne, probabilmente vicine al clan, che si sono messe ad urlare ma i carabinieri, grazie all'arrivo di alcuni rinforzi, sono riusciti ugualmente a bloccarlo. Strisciuglio è accusato di detenzione di armi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione