Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:06

Artisti disabili in cerca di sostegno

Si è tenuta ad Adelfia (Ba) l'inaugurazione di «Aligia», una cooperativa sociale che ha l'obiettivo di aiutare persone in disagio a trovare un impiego
BARI - Pippo ama la Juve tanto da immortalare il suo sentimento in un quadro: su un fondo scuro campeggia la firma (in alto a sinistra) e poi un «W la Juve» inequivocabile. Pippo è uno degli artisti che hanno esposto ad Adelfia all'interno del cortile di Palazzo Malerba per una mostra specialissima che è servita da inaugurazione per le attività di Aligia, una cooperativa sociale di tipo B, che organizza il lavoro artistico di adulti in disagio psichico.
L'anima di Aligia sono Vincenzo Manzo, presidente, e Gabriella Ubaldini, vicepresidente, con la collaborazione di 7 «ragazzi» chiamati affettuosamente così, anche se l'età anagrafica ha superato un po' da tempo l'adolescenza.

«Aligia è una scommessa per tutte le persone che seguiamo - spiega Gabriella -. Nella cooperativa sono confluite due realtà preesistenti: la "C.s.i.s.e." e "Non più soli", due cooperative sociali che operavano in seno alla Asl Ba4 e Asl Ba5 sotto la guida di Annamaria Maffei e Gianni Casamassima, ora con Aligia abbiamo deciso di ottimizzare le esperienze acquisite e di cercare di creare una chance reale per i nostri specialissimi artisti».
E gli artisti sono veramente bravi e speciali: Bruno lavora la pietra calcarea, Cesare e Nicola la ceramica, Silvana e Angela creano accessori moda, Mario ed Ottavio lavorano con perizia da maestri il tessuto gessato per dar vita a statue dal forte impatto emozionale.
«Le persone più deboli e svantaggiate trovano nell'impegno manuale un momento riabilitativo importante - spiega Gabriella - noi operatori che li seguiamo abbiamo deciso di sostenerli nel far diventare questa loro passione un'opportunità di lavoro, vendendo le opere e ricavandone un reddito».

Attualmente Aligia si autofinanzia gestendo una bottega artistica e come ulteriore attività esprime la sua arte anche in cucina, con un servizio catering, organizzazione di buffet per feste o piccoli ricevimenti e produzione di «creative cake», da far leccare i baffi ai più golosi.
Nella giornata di inaugurazione che si è tenuta venerdì 17, gli artisti hanno esposto le loro opere e altri hanno attrezzato il rinfresco, con tanta gioia e orgoglio che tutti esprimevano la loro felicità con danze al suono della pizzica e di indiavolate tarantelle.
«Noi ci crediamo in questa scommessa - dice Gabriella - fallire significa ricacciare in un angolo queste persone, ghettizzarle per i loro problemi, mentre sono una ricchezza per tutti. Dalla riabilitazione queste persone devono avere la certezza che ci si poò avviare verso un percorso di normalità ed il lavoro è un passo importante in questa conquista».
C'è solo bisogno di un aiuto, sostenendo chi ha scelto non solo di impegnarsi con i più deboli, ma soprattutto rischiare tempo, impegno, denaro. Aligia è pronta ad offrire i propri servizi a chiunque ne faccia richiesta in via Gentile 4 a Triggiano (Ba) - tel. 080/468.59.92 - fax 080/462.43.71.

Rita Schena

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione