Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 11:54

Arrestato geometra comunale Brindisi

Francesco Gallone, 50 anni, residente a San Michele Salentino e funzionario dell'Ufficio Patrimonio e Casa del Comune è accusato d'aver chiesto una tangente ad un imprenditore edile. A suo dire, i soldi servivano a finanziare la rielezione dell'ex sindaco Giovanni Antonino
BRINDISI - Un geometra e funzionario dell'Ufficio Patrimonio e Casa del Comune di Brindisi è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentata concussione aggravata ai danni di un imprenditore edile. Si tratta di Francesco Gallone, 50 anni, residente a San Michele Salentino. L'uomo è stato posto ai domiciliari. Il provvedimento di custodia cautelare è stato emesso dal gip del Tribunale di Brindisi su richiesta del pm Giuseppe De Nozza.
Le indagini dei carabinieri sono partite nel gennaio 2004 dopo la denuncia presentata da un noto imprenditore edile al Commissario Prefettizio che reggeva il Comune, in seguito all'arresto dell'ex sindaco Antonino. Dagli accertamenti del Nucleo Operativo è emerso che Gallone, abusando dei suoi poteri di direttore dei lavori di manutenzione delle scuole materne di Brindisi, avrebbe tentato di indurre l'imprenditore a versargli la somma di 1.000 euro, come condizione necessaria per firmare la relazione sulla contabilità finale, necessaria per ottenere il pagamento della fattura a saldo dei lavori compiuti dell'importo di circa 3.000 euro.
Fattura già recapitata al Comune di Brindisi. L'imprenditore si sarebbe rifiutato di pagare. I Carabinieri, nel corso dell'indagine, hanno acquisito negli uffici comunali incartamenti relativi ai lavori eseguiti dall'imprenditore nel periodo tra il 1995 ed il 2002 per un importo superiore ai 100 mila euro. Sono stati interrogati sulla vicenda il Commissario Prefettizio, il Segretario Generale, il Capo Ufficio Tecnico ed altri dirigenti comunali.
Questi ultimi hanno avviato parallelamente un procedimento disciplinare nei confronti del geometra conclusosi con una sanzione pari alla decurtazione di tre ore di retribuzione scontata nel mese di luglio del 2004.
Dalla ricostruzione fatta degli inquirenti è emerso che il funzionario comunale arrestato avrebbe chiesto la tangente all'imprenditore perchè, a suo dire, sarebbe servita per finanziare la campagna elettorale amministrativa del giugno 2002 dell'allora Sindaco di Brindisi Giovanni Antonino, rieletto e poi arrestato per reati analoghi dagli stessi militari l'anno successivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione