Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 20:25

Pinerolo in Sardegna ricorda commilitone

Un anno e quattro mesi dopo il tragico incidente che costò la vita al salentino Caporal Maggiore Scelto Antonio Paperi, cerimonia nel poligono di Capo Teulada
Caporal Maggiore Scelto Antonio Paperi BARI - Un anno e quattro mesi dopo il tragico incidente che costò la vita al Caporal Maggiore Scelto Antonio Paperi, la Brigata Pinerolo mantiene la promessa e torna nel poligono di Capo Teulada, in Sardegna, per omaggiare il commilitone. In questi mesi, si legge in una nota della Pinerolo, «si sono susseguite attività organizzate dall'Amministrazione Comunale di Castrì (LE) e dall'Esercito Italiano per non dimenticare questo nostro fratello. Il Generale Michele Torres, Comandante della Brigata Pinerolo, ha detto "ho due figli ed è come se avessi adottato un'altra figlia con un bimbo". Il Generale Torres aveva promesso alla famiglia di Antonio che l'avrebbe portata, come espressamente richiesto, sul luogo dove il fato aveva beffato tutti».
«Ieri, 13 giugno, - continua la nota della Pinerolo - nel polveroso poligono di Capo Teulada l'emozione era fortissima, palpabile, reale. Impossibile non commuoversi dinanzi al dolore della madre e del padre di Antonio, che accarezzavano quel freddo cippo. Carico di sentimento il gesto della moglie, Patrizia, che ha raccolto alcuni sassi, quegli stessi sassi che probabilmente Antonio ha calpestato prima di andarsene per sempre. Inquietante il comportamento del figlio. Anche lui si chiama Antonio. Durante tutto il viaggio ha riso sempre e divertito tutti noi come solo i piccoli di poco più di un anno sanno fare. Ma giunto sulla collina ha cominciato a piangere quasi avvertisse la presenza di quel destino beffardo».Il Caporal Maggiore Scelto Antonio Paperi, aveva 29 anni quando morì, in Sardegna, durante un'esercitazione di tiro. Era originario del Salento ed effettivo al Reparto comando e supporti tattici della Brigata meccanizzata Pinerolo di Bari.
Il militare, in servizio nell'Esercito dal dicembre '94, aveva l'incarico di servente del sistema controcarri.
Grande la commozione dei suoi colleghi, ieri, nel corso della cerimonia. «Come una brezza fresca che nell'estate più torrida ci da respiro - ha scritto l'addetto stampa della Brigata, Cap. Domenico Occhinegro - è proprio il piccolo Antonio con la sua vitalità a ricordarci che la vita continua ed è proprio per lui che bisogna andare avanti. Durante il viaggio di ritorno i componenti della famiglia Paperi ci hanno ringraziato per quanto abbiamo fatto e quanto stiamo facendo, ma siamo noi che vogliamo dire loro grazie. Grazie per la fiducia che ci hanno accordato, grazie per averci consentito di entrare a far parte della loro famiglia».
m.i.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione