Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:33

Taranto, premio under 21 «G. Righini Ricci»

L'iniziativa, novità nazionale e opportunità per i giovani di talento nel campo di narrativa. Nel capoluogo ionico è stato assegnato a Giulia Ponti di Roma il primo premio, secondi ex-aequo il tarantino Paolo Inno e Alessandro Sfondrini di Como e terzo Giovanna Gallo di Lamezia Terme
TARANTO - Nel Palazzo della Cultura del capoluogo ionico è stato assegnato a Giulia Ponti di Roma il primo premio del Concorso di narrativa under 21 «Giovanna Righini Ricci»
Alle spalle della vincitrice romana, sono stati classificati secondi ex-aequo il tarantino Paolo Inno e Alessandro Sfondrini di Como e terzo Giovanna Gallo di Lamezia Terme (CZ).
Il premio fuori concorso per racconto collettivo è stato assegnato all'istituto scolastico di Azzano Decimo (PN).
L'iniziativa, che ha ricevuto l'alto patrocinio della Presidenza della Regione Puglia, è considerata nel mondo letterario una novità nazionale ed una rilevante opportunità ai giovani talentuosi, che la possono utilizzare per mostrare le proprie capacità narrative.
Il premio, organizzato in collaborazione con l'Istituto di Letteratura per l'infanzia dell'Università di Bari, il Gruppo di Servizio per la Letteratura Giovanile di Roma, il Liceo ginnasio "Aristosseno" di Taranto e le Edizioni Pugliesi (Martina Franca), stato bandito nello scorso agosto ed ha riscosso esteso consenso nell'intera Penisola.
Oltre i vincitori, sono stati valutati finalisti Martina Moramarco di Castellaneta (Ta), Giorgia Erario di San Giorgio Jonico (Ta), Giosuè Vasco di Tiene (Vi), Alessandro Formaggi di Muccia (Mc), Alessandro Metlica di San Vendemiano (Tv), Sabrina Chiloiro di Carosino (Ta), Matteo Marini di Iseo ( Bs), Cosimo Dellisanti di Crispiano (Ta), Luna Saracino di Taranto, Denise Bisante di Pulsano (Ta), Anastasia Bullo e Cassandra Venturini di Lendinara (Ro).
I lavori pervenuti sono stati considerati tutti validi perché - com'è stato più volte rilevato durante la premiazione - hanno interpretato completamente lo spirito del concorso, che vuol sollecitare la pratica della «potenza della parola, dell'espressività della narrazione e della relazione promossa con il racconto».
I diciannove racconti finalisti sono stati inseriti nell'antologia, curata da Cosimo Rodia, «Under 21 - La narrativa dell'ultima generazione» (Edizioni Pugliesi) e donata a tutti i vincitori.
Questa raccolta vuol, infatti, divenire in qualche modo rettifica alla «letteratura italiana "adulta" che ha imboccato da qualche decennio una strada che porta alla negazione del testo letterario, anziché alla sua promozione».
Gli organizzatori hanno dato appuntamento ai giovani narratori nella prossima edizione e rivelato il sogno-progetto per l'estate 2006. Si desidererebbe, infatti, tenere a Taranto un grande happening all'aperto di una settimana, dedicata interamente a scrittori under 21 che volessero leggere un racconto inedito.
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione