Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 19:05

Esercito - In Polonia "Italian day"

La Divisione Acqui e la Brigata Pinerolo (di stanza in Puglia) hanno concluso un mese di esercitazioni nella cittadina di Drawsko Pomorskie con una "festa tricolore"
Esercito - Il generale Torres, comandante della Brigata Pinerolo BARI - È trascorsa all'insegna del Tricolore la giornata dedicata all'Italian Day per gli abitanti di Drawsko Pomorskie (Polonia), cittadina di circa 11.000 abitanti a 100 chilometri dal mar Baltico. Dopo circa un mese di esercitazione - conclusasi ieri - nel poligono della cittadina polacca, il personale della Divisione Acqui e della Brigata Pinerolo ha voluto ringraziare gli abitanti per l'ospitalità e la simpatia dimostrata.
Così sono stati organizzati una partita di calcio tra una squadra della città contro una rappresentativa della Brigata, assaggi di pietanze italiane cucinate dai cuochi della Brigata Pinerolo con i moduli campali di vettovagliamento, tutto condito da una colonna sonora di canzoni italiane e da una mostra statica dei mezzi e delle uniformi dell'Esercito italiano. La presenza di militari in uniforme ha poi attratto una folla di curiosi e di bambini in festa.
Il generale comandante della Brigata Pinerolo, Michele Torres, durante la manifestazione ha consegnato il Tricolore al sindaco di Drawsko Pomorskie, che - a quanto rende noto un comunicato della Divisione Acqui - «ha avuto parole di vivo apprezzamento per l'operato ed il comportamento tenuto dai nostri soldati». Gli italiani sono stati infatti coinvolti dalla popolazione locale a partecipare ad eventi sociali e sportivi: tra questi la cerimonia per il 60° anniversario dalla conclusione del Secondo conflitto mondiale, un torneo di calcetto tra gli appartenenti alle forze militari e della polizia locale, il motoraduno che ha visto presenti anche due moto Cagiva in dotazione alla forza armata e una corsa podistica non competitiva per ricordare la figura di Giovanni Paolo II.
Per il comandante della forze operative terrestri italiane, generale di Corpo d'armata Cosimo D'Arrigo, l'addestramento compiuto in Polonia è stata «una dimostrazione data a tutti dell'egregio livello operativo raggiunto». All'esercitazione era presente anche il generale di corpo d'armata Luigi Colaneri, comandante delle forze di difesa dell'Italia centro-meridionale e insulare.
L'esercitazione è servita a verificare - conclude la nota - «la pronta spendibilità delle unità al fine di soddisfare e garantire gli impegni che la nostra nazione ha assunto o assumerà nei confronti della Comunità internazionale a garanzia della pace e del rispetto dei diritti umani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione