Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 08:50

Il calore di Bari attende il Papa

• Benedetto XVI arriva domenica mattina in elicottero per celebrare la Messa conclusiva del Congresso nazionale eucaristico e l'Angelus. Sono attese 300mila persone. • Tre i centri di controllo per la sicurezza e l'ordine pubblico • Il messaggio dei Vescovi • La città è semideserta: "numeri verdi" per le informazioni sulla chiusura al traffico delle automobili
• Avviate le procedure per intitolare il nuovo aeroporto pugliese a Papa Giovanni Paolo II
BARI - È una Bari assolata e quella che domattina accoglierà Papa Benedetto XVI per la giornata conclusiva del Congresso Eucaristico Nazionale in corso in città da una settimana. Congresso eucaristico di Bari: il palco a Marisabella
Il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso invita, così, i fedeli a munirsi di cappellini e ombrelli e a vestirsi con abiti leggeri per sopportare il caldo che è in aumento già da oggi in città e soprattutto nell'ansa di Marisabella, dove il Santo Padre celebrerà la liturgia eucaristica, completamente esposta al sole. Per domani si attendono circa 300mila presenze.
Bertolaso rassicura tutti, però, sul grande sforzo compiuto «dal Comune di Bari, dalla Prefettura e da tutte le forze locali nessuno escluso» - ha detto ai giornalisti dopo l'ultima riunione odierna del coordinamento. «Non lo faccio mai, ma oggi mi sbilancio: l'organizzazione - ha aggiunto il capo della Protezione civile - è assolutamente impeccabile», sottolineando che il Paese ha «capacità organizzative che non vengono riconosciute» in particolare all'estero.
Di qui l'elenco delle numerose forze in campo a Bari per l'occasione: la nave San Giusto, supporto per la Protezione Civile, la difesa aerea per la tutela delle autorità presenti domani, le motovedette delle forze dell'Ordine che presidiano il porto e i gommoni con sommozzatori dei Vigili del Fuoco.
Nella zona del Congresso sono installati 1000 bagni chimici, e sono a disposizione per la cerimonia di domani circa 400mila litri di acqua fra cisterne e bottigliette che saranno distribuite ai fedeli.
Oltre 2000, invece, i giovani volontari della Protezione civile provenienti da tutta Italia sistemati nel vecchio aeroporto, 1500 i presidi sanitari (tra medici, infermieri, autisti), 12 le strutture sanitarie (tendopoli) nell'ansa di Marisabella. Fino ad oggi, sono stati necessari appena 172 interventi sanitari dei quali soltanto 12 «verdi» (più gravi) dovuti a malori per il caldo.
Circa 300mila le presenze previste per la visita del Papa in città, la prima fuori dalla capitale. Difficile, però, dare cifre precise. «L'ansa di Marisabella - rassicura Bertolaso - è comunque pronta ad accogliere circa 150 mila mentre altre 100mila possono essere accolte in altre aree attigue allestite con maxi schermi». Quattro treni speciali partiranno all'1,30 di domani per arrivare a Bari all'alba mentre 600 autobus sono stati prenotati.
«Non ci sono problemi. Sarà una giornata lieta - ha concluso Bertolaso - e la degna conclusione di un grande evento che ricorderà la città e tutti noi. È un grande passo in avanti per tutti» raggiunto in un «momento spirituale in cui i momenti spirituali non sono tantissimi».
E per ringraziare il supporto logistico e materiale fornito dalla Protezione Civile il sindaco di Bari, Michele Emiliano ha raccontato ai giornalisti di aver «chiesto - ha detto - una maglietta taglia XXXL della Protezione Civile. E questo basta - ha spiegato - a chiarire lo straordinario apporto organizzativo e l'integrazione della Protezione civile con il Comune».
Emiliano ha ricordato che Bari è città aperta, «i baresi si sono dimostrati accoglienti e discreti di fronte all'evento». Quindi l'invito ancora a partecipare e a giungere numerosi «anche in auto», rivolto ai fedeli ma anche ai laici «per vivere un grande evento di portata storica e sociale».
Secondo il sindaco di Bari i cittadini che hanno avuto timore all'inizio del Congresso, a causa dei divieti imposti alla circolazione stradale «hanno preso coraggio strada facendo». Basti pensare - ha precisato Emiliano - «alla enorme partecipazione alla via Crucis di ieri sera, fino al carcere di Bari, stimata in 20mila persone». E tra loro ci sarebbero stati molti baresi, ha detto Emiliano replicando alle osservazioni di un giornalista che, in conferenza stampa, ha fatto notare una Bari quasi vuota con scarsa affluenza nel centro cittadino e i negozi e le vie principali semi deserti.
Intanto, ad un giorno dalla conclusione del Congresso Eucaristico Don Gaetano Coviello, presidente del Comitato Diocesano Cen, ha comunicato i dati conclusivi dell'evento che registra 67 mila iscrizioni: 30mila della diocesi Bari/Bitonto, 27mila di altre diocesi pugliesi, 2mila del Nord, 3mila del centro, 5mila del Sud.
I Cardinali che hanno partecipato sono, invece, 14, mentre 150 sono i Vescovi, 215 i Diaconi, 2mila e 200 i consacrati, e 2mila i sacerdoti.
Domani, infine, prima della conclusione, la Fiaccola della Pace accesa il 21 maggio scorso partirà da Bari in direzione Colonia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione