Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:55

Carabinieri Porta a Porta nel Foggiano

L'Arma vicino alla gente. Il servizio svolto nei piccoli comuni del sub appennino dauno per aiutare le persone più bisognose di sostegno come gli anziani
FOGGIA - Carabinieri come venditori porta a porta, che invece di offrire elettrodomestici o collane di libri «vendono» e dispensano consigli, accolgono richieste e qualche volta svolgono anche commissioni per chi ne ha bisogno.
Accade in provincia di Foggia e in particolare nei piccoli comuni del subappennino dauno settentrionale. Si chiama proprio «Porta a Porta» l'innovativo e particolare servizio predisposto dal comandante della compagnia dei carabinieri di Lucera, il capitano Nicola Albanese, da cui dipendono tutte le stazioni dei 17 comuni del subappennino settentrionale. Ogni giorno, in ogni centro un carabiniere visita commercianti, titolari di bar e rivenditori di tabacchi raccogliendo informazioni, segnalazioni e dando anche consigli.

Importante anche il servizio che viene svolto in quei piccoli centri del comprensorio di Lucera, come Celle San Vito, dove ieri il comandante della compagnia, insieme ad altri militari ha incontrato nell'aula consiliare del piccolo centro del foggiano la cittadinanza per illustrare i nuovi servizi «e - come è stato ribadito - per esaltare la vicinanza dell'Arma anche in quei piccoli paesini sperduti della Capitanata». Qui il carabiniere, oltre che fermarsi in bar e negozi, bussa anche alle abitazioni di quelle coppie di anziani rimasti soli fornendo loro un aiuto concreto. Celle San Vito è il più piccolo comune della Capitanata con quasi cento famiglie e dove si sente la mancanza di molti servizi e strutture. E nei paesini dei monti del foggiano non è insolito trovare infatti un militare in farmacia che acquista medicinali per qualche anziano impossibilitato ad uscire cosi come fare la fila alla guardia medica, per qualche altro vecchietto.

Nel servizio predisposto, quotidianamente dalla compagnia di Lucera, rientra anche la visita in quelle zone di campagna dove si trovano masserie abitate da anziani e dove maggiormente ci possono essere situazioni di isolamento o di disagio. Un'attività che ha riscosso successo, dunque, soprattutto in quei piccoli centri dove da un po' di tempo si registra l'abbandono di uffici pubblici come banche e uffici postali. Ma nel corso dell'incontro con la popolazione di Celle San Vito gli uomini dell'Arma hanno illustrato anche come difendersi dalle truffe che in questi ultimi tempi vedono vittime proprio gli anziani e le persone che vivono da sole.

Per questo nei prossimi giorni saranno distribuiti a tutti, e in ogni occasione anche durante le funzioni religiose della domenica, un adesivo con i numeri di telefono dei carabinieri, tra cui anche il cellulare di servizio per contattare - 24 ore su 24 - il comandante della stazione. E i primi risultati sono già arrivati.
Alcuni giorni fa a Volturino, un anziano dopo la visita quotidiana del suo amico carabiniere, ha permesso di individuare e denunciare all'autorità giudiziaria un pregiudicato napoletano che voleva vendergli dei biglietti di una fantomatica lotteria di Natale. Ad aiutare i militari in questa opera di conoscenza dei nuovi servizi ci sarà anche una ultraottantenne, Zia Giuseppina, molto nota a Celle San Vito, che ieri è stata nominata simbolicamente Maresciallo ausiliario dei Carabinieri. L'anziana nonnina, che non dimostra i suoi 85 anni, si recherà da tutti quelli anziani che sono impossibilità ad uscire di casa per illustrare nel dettaglio tutti i particolari del nuovo servizio predisposto dalla compagnia di Lucera e anche per distribuire l'adesivo con i numeri di telefono.

L'obiettivo dell'iniziativa, coordinata dalla compagnia di Lucera d'intesa con il comando provinciale dei Carabinieri di Foggia, è quello di avvicinare la gente all'Arma. Si vuole far rivivere la vecchia figura del maresciallo del paese, in auge negli ultimi tempi nelle tante fiction televisive, che una volta conosceva tutti e tutto e che soprattutto riusciva a risolvere i problemi di tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione