Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:34

Lecce - Minacce alla Curia

Slogan contro mons. Ruppi e contro don Cesare Lodeserto - ex direttore del "Regina Pacis" - durante il corteo di protesta degli anarchici contro gli arresti
LECCE - «La pagherete! Ve la faremo pagare!». Sono gli slogan intimidatori lanciati all'indirizzo dell'arcivescovo di Lecce, mons. Cosmo Francesco Ruppi, e di don Cesare Lodeserto, ex direttore del centro di accoglienza temporanea "Regina Pacis", da alcuni dei circa 400 anarchici che hanno sfilato nel pomeriggio per le strade di Lecce.
La manifestazione si è svolta senza problemi: l'unico momento di tensione c'è stato quando i manifestanti sono arrivati davanti al duomo della città e hanno inveito contro l'arcivescovo e don Cesare, quest'ultimo da tempo agli arresti (prima in carcere, poi ai domiciliari) per presunti abusi compiuti nella gestione del Cpt.
La manifestazione, voluta dal gruppo anarchico leccese "Capolinea Occupato", è stata organizzata per protestare contro il provvedimento di arresto che la magistratura leccese ha fatto notificare a cinque salentini il 12 maggio scorso con l'accusa di aver preso parte a un'associazione finalizzata all'eversione dell'ordine democratico. Gli indagati sono accusati di aver tentato, dal 2003 al 2004, di destabilizzare l'ordinamento democratico con una serie di atti intimidatori e attentati incendiari, messi in atto per protestare anche contro la Curia salentina per aver voluto il Cpt Regina Pacis di San Foca.
Al corteo hanno partecipato molti anarchici provenienti da fuori provincia ed esponenti di alcune associazioni e movimenti. Presenti anche i Cobas di Brindisi e Taranto. I manifestanti sono partiti da via Adua, nei pressi di Porta Napoli, hanno poi attraversato il centro cittadino, fino a raggiungere corso Vittorio Emanuele, vicino al duomo, oggetto nell'estate 2003 di un attentato incendiario, come simbolo della lotta anticlericalista. Proprio vicino al duomo i manifestanti hanno tenuto un piccolo comizio di protesta. Sul corteo hanno vigilato oltre 150 agenti delle forze di polizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione