Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:25

Lecce - «Ha i denti storti, è lui»

Presunto rapinatore di banca è stato tradito da un difetto di dentatura che tutti i testimoni hanno riconosciuto. Minacciando con una forbice aveva rubato 7mila euro
LECCE - Ad incastrarlo sono state le dichiarazioni di alcuni testimoni che lo avevano descritto dal forte accento leccese, con occhiali da sole indossati su occhiali da vista spessi e con 'inconfondibilì denti incisivi accavallati: Giuseppe Manna, pluripregiudicato leccese di 38 anni, è stato fermato con l'accusa di essere responsabile di una rapina compiuta ieri nella filiale di Brindisi della Banca Popolare di Puglia e Basilicata.

Il rapinatore, utilizzando forbici trasformate in una sorta di bisturi, aveva minacciato direttore e clienti, e si era portato via settemila euro.
A portare gli agenti della squadra mobile di Lecce e Brindisi sulle tracce del presunto responsabile, sono stati anche i fotogrammi delle telecamere a circuito chiuso della banca. Manna è stato bloccato nella notte nella sua abitazione a Lecce. Alla vista degli agenti ha cercato di fuggire in pigiama. E' stato sottoposto a fermo che nelle prossime ore dovrebbe essere convalidato dal magistrato di turno. Gli agenti non escludono possa essere stato l'autore anche di altri colpi in trasferta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione