Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:15

Taranto - Truffa a Telecom

Arrestato un dipendente dell'azienda stessa, si collegava con il numero 899 mA il costo delle telefonate le faceva gravare a carico di ignari utenti
TARANTO - Un dipendente di Telecom Italia, di 51 anni, è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato, in servizio presso la squadra di polizia giudiziaria del compartimento di polizia postale e delle comunicazioni della Puglia, perchè sarebbe responsabile di una truffa continuata ed aggravata nei confronti di ignari cittadini, utenti della stessa società telefonica.
L'arrestato, nel corso dei propri interventi tecnici attuati all'interno di varie centrali telefoniche, si collegava con il numero 899 il cui costo, però, faceva poi gravare a carico di ignari utenti.
L'operatore telefonico, a seguito di indagini, è stato bloccato in flagranza di reato all'interno di una centrale Telecom che si trova a Taranto, grazie anche alla collaborazione di personale dell'Ufficio sicurezza della stessa società, impegnato da tempo in una attività di monitoraggio attuata anche a tutela dei propri utenti.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica tarantina, erano state avviate lo scorso anno dagli agenti del Compartimento di Polizia postale, dopo segnalazioni giunte sia da parte di utenti che ricevevano fatture «esose», che dello stesso Ufficio sicurezza della Telecom Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione