Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 04:52

Premio nazionale di poesia a giovane del Barese

Il 25enne, futuro ingegnere, Giuseppe Deleonibus si è classificato al secondo posto nell'ambito del Premio Nazionale di Poesia «Tulliola» con la poesia «Padre»
BARI - Domani, 17 maggio, a Formia (LT), il monopolitano, e futuro ingegnere, Giuseppe Deleonibus sarà premiato nell'ambito del Premio Nazionale di Poesia "Tulliola". Il giovane promettente (ha 25 anni), si è classificato al secondo posto con la poesia "Padre".
«Il Premio "Tulliola" - spiega Carmen Moscariello, fondatrice del Concorso e dell'omonima Associazione - si tiene da 22 anni ed è alla sedicesima edizione. Partecipano poeti ed è aperto anche a poeti giovanissimi, ragazzi delle secondarie superiori. A proporlo è l'Associazione "Tulliola" che ha lo scopo di diffondere la poesia».
«Quest'anno - continua la Moscariello - hanno partecipato più di mille poeti. Ed è contro questo gran numero di opere che si è confrontata la poesia "Padre" del pugliese Deleonibus. E' una poesia molto bella, intensa, a tratti violenta, dura, con un desiderio contemporaneo di rapporto e di odio della figura paterna. La strutturazione è livellata in modo angoscioso».
Al primo posto si è classificata la poesia "Viaggio a Santiago de Compostela"di Maria Francesca Giovellidi Corso (di Piacenza). Terza classificata "Stelle Sciolte" di Federici Annalisa (di Imola). Quarta, "Tutto questo non vale la forza dell'amore"dello spoletino Simone Faciosi. Per la Sezione scuola, il premio è stato assegnato a Clelia Cané.
Quest'anno, la giuria del Premio letterario "Tulliola" è stata presieduta dal prof. Renato Filippelli e dalla stessa Moscariello ed hanno dato il loro contributo ben venticinque poeti.
Marisa Ingrosso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione