Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:30

Cciaa di Brindisi: forum su imprese eccellenti

Si vuole diffondere la pratica del benchmarking nelle piccole e medie imprese, al fine di promuovere e sviluppare la consapevolezza della loro capacità competitiva e per costruire una banca dati degli standard di prestazioni
BRINDISI - Stimolare la crescita e la qualificazione delle aziende della provincia di Brindisi: è questo lo scopo del «Forum delle imprese di eccellenza», un progetto presentato oggi a Brindisi su iniziativa della Camera di Commercio.
I lavori sono stati introdotti dal presidente dell'Ente camerale, Salvatore Tomaselli, il quale ha ribadito l'importanza della iniziativa. «Da troppo tempo - ha detto Tomaselli - in questo territorio si dibatte solo su alcuni temi che riguardano l'utilità o meno della presenza di grandi impianti di produzione energetica».

«E' accaduto per oltre un decennio - ha aggiunto Tomaselli - per la centrale termoelettrica di Cerano ed oggi il tutto rischia di ripetersi con il rigassificatore. Ci si divide tra favorevoli e contrari, ma non ci si pone il problema di traguardare risultati ben più importanti. Uno di questi è certamente collegato al livello di qualità e di competitività delle nostre aziende». «Si tratta - ha proseguito - di elementi richiesti dai mercati, nell'ottica di un sistema di competizione globale, e che sono raggiungibili proprio attraverso un confronto con altre esperienze imprenditoriali». Oggi più che mai, pertanto, «è la conoscenza la vera scommessa per le nostre imprese, chiamate ad adeguare la propria 'mission' aziendale, con il diretto coinvolgimento delle risorse umane».

Tomaselli ha concluso augurando che l'iniziativa della Camera di Commercio «possa contribuire a realizzare una inversione di rotta, soprattutto nell'ottica della promozione di un reale nuovo modello di sviluppo». E' poi intervenuto l'amministratore della società 'P&P' Giuseppe Marchionna, il quale ha illustrato nei dettagli il progetto, «attraverso cui - ha detto - si vuole diffondere la pratica del benchmarking nelle piccole e medie imprese della provincia di Brindisi, al fine di promuovere e sviluppare la consapevolezza della loro capacità competitiva e per costruire una banca dati degli standard di prestazioni (indicatori) delle imprese di eccellenza del territorio brindisino».
E' seguito un dibattito a cui hanno partecipato, tra gli altri, il direttore di Area sviluppo di Sviluppo Italia Puglia, Antonio De Vito, Valerio Elia, docente di Economia e organizzazione aziendale della facoltà di Ingegneria dell'Università di Lecce, Ernesto Somma, docente di Economia industriale dell'Università di Bari e Angelo Barbarulo, direttore dell'area jonico-salentina del Monte dei Paschi di Siena. All' iniziativa sono intervenuti i rappresentanti di numerose associazioni di categoria e degli ordini professionali dei commercialisti, dei ragionieri commercialisti e dei consulenti del lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione