Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 02:57

Anniversario Polizia - A Foggia tra i bambini

Il questore, Stefano Cecere, a ricordare nel suo discorso le operazioni più importanti portate a termine sottolineando come sia stato essenziale il lavoro di equipe tra tutte le forze di polizia e la magistratura
FOGGIA - La polizia ha festeggiato anche a Foggia, come è tradizione in una piazza piena di gente tra cui molti bambini, il 153x anniversario della nascita della Polizia di Stato. Dopo la lettura dei messaggi del Capo dello stato, del presidente del Consiglio e del Ministro dell'Interno è stato il questore, Stefano Cecere, a ricordare nel suo discorso le operazioni più importanti portate a termine dalla polizia, sottolineando come nei risultati positivi ottenuti sia stato essenziale il lavoro di equipe tra tutte le forze di polizia e la magistratura.
Cecere ha definito positivo il bilancio del 2004 e del primo quadrimestre di quest'anno e ha fatto riferimento in particolare all'operato dell'ufficio minori che ha triplicato gli interventi urgenti nei casi di abbandono. Considerevole è stato il lavoro anche per il contrasto del traffico di stupefacenti con il raddoppio del quantitativo di droga sequestrato. Rilevante è stata la presenza sul territorio degli agenti.
Durante la cerimonia è stato dedicato un minuto di raccoglimento alla memoria dei tre poliziotti morti dopo essere precipitati in mare a bordo di un aereo nei pressi di Chieti. In conclusione il questore, insieme con il prefetto, Fabio Costantini, ha consegnato encomi e riconoscimenti agli agenti di polizia che si sono particolarmente distinti lo scorso anno. Tra loro l'assistente capo Mario Delli Carri che, pur non essendo in servizio ha affrontato due rapinatori armati di pistola riuscendo ad arrestarne uno.
Un encomio è stato consegnato anche al vice questore aggiunto Daniela Poduti, all'ispettore capo Aldo Cervicato, all'ispettore di polizia Giuseppe Pistillo, all'assistente capo Angela Marisa Gambino e all'assistente Antonio Vecchiarino, tutti per le «elevate capacità professionali dimostrate nelle indagini che portavano alla sequestro di beni mobili ed immobili per oltre 500.000 euro». Premiato anche il vice questore aggiunto e dirigente della squadra mobile, Antonio Caricato, «per le capacità professionali ed acume investigativo dimostrato nel corso di una indagine che portava all'arresto di responsabili di associazione mafiosa ed omicidio». L'ispettore Pietro Carella e l'ispettore capo Angelo Sanna, infine, sono stati premiati per le loro «elevate capacità professionali ed acume investigativo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione