Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 02:59

Cd, Dvd e smart-card «pirata» a Taranto

Nove persone sono indagate a piede libero per violazione aggravata del diritto d'autore nell'ambito di una vasta operazione contro la pirateria informatica
TARANTO - Nove persone sono indagate a piede libero per violazione aggravata del diritto d'autore nell'ambito di una vasta operazione contro la pirateria informatica sfociata oggi in numerose perquisizioni eseguite dai finanzieri della Compagnia di Taranto nel capoluogo e in provincia. E' quanto riferito dagli stessi finanzieri in una conferenza stampa.
I militari delle Fiamme gialle hanno individuato in un'abitazione a Faggiano, centro a 20 chilometri da Taranto, una centrale per la masterizzazione di Cd e soprattutto di Dvd. Complessivamente è stato sequestrato un milione di pezzi fra Cd musicali e soprattutto Dvd. Secondo gli investigatori, le persone indagate, oltre a clonare le smart-card delle pay-tv, scaricavano i video dei film mandati in onda dalle tv a pagamento, ad iniziare da Sky, per poi copiare la pellicola e rivenderla al mercato nero.
I presunti organizzatori di questo commercio illegale utilizzavano tecnologie molto avanzate in grado di duplicare anche la nuova versione delle smart-card di Sky. Nel corso delle perquisizioni, che sono state disposte dal sostituto procuratore presso il tribunale di Taranto Alessio Coccioli, sono stati trovati anche telefonini pirata che, appoggiandosi ai ripetitori di gestori ignari del trucco, consentivano di comunicare rimanendo utenti sconosciuti.
L'operazione di oggi prende spunto da un'altra analoga contro la pirateria informatica eseguita dalla Guardia di finanza di Taranto nel marzo dello scorso anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione