Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:28

Lecce - Un fermo per l'omicidio al bar

Un diciottenne leccese, Giuseppe De Luca, è stato preso dagli investigatori con l'accusa di essere il presunto responsabile dell' uccisione di Fabrizio De Matteis
LECCE - Un diciottenne leccese, Giuseppe De Luca, è stato sottoposto a fermo dai carabinieri con l'accusa di essere il presunto responsabile dell'uccisione di Fabrizio De Matteis, di 25 anni, compiuta a coltellate a Lecce il 3 maggio scorso: De Matteis fu ucciso a coltellate in una zuffa scoppiata per aver tentato di difendere una sua amica da pesanti apprezzamenti di altri giovani.
Un altro provvedimento di fermo è stato adottato nei confronti di un minorenne per concorso nell'omicidio.

Il fermo del presunto responsabile è stato disposto dal pm inquirente, Giovanni Gagliotta. La posizione dell'altro fermato, che ha 17 anni, è al vaglio della magistratura minorile.
Per concorso in omicidio, è in carcere da poche ore dopo l'omicidio anche Sergio Palazzo, di 25 anni, di Lecce. Secondo gli investigatori Palazzo, come il diciassettenne fermato nelle ultime ore, avrebbero solo partecipato alla zuffa culminata con l'omicidio: la responsabilità di aver inferto le coltellate - a quanto si sa per il momento - sarebbe solo di De Luca.

Particolari delle acquisizioni investigative che hanno portato agli ultimi fermi saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà alle 11 al comando provinciale dei carabinieri di Lecce. Parteciperanno il pm inquirente, Giovanni Gagliotta, e il procuratore aggiunto di Lecce, Vignola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione