Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 23:14

Esibizione delle Frecce Tricolori a Bari

Manifestazione dell'Aeronautica militare nell'ambito della Sagra di maggio in onore del Patrono San Nicola. Organizzazione a cura della III Regione aerea
BARI - L'8 maggio alle ore 17 le Frecce Tricolori tornano ad esibirsi sul lungomare di Bari.
La manifestazione aerea, chiesta dal Sindaco di Bari e dal Rettore della Basilica di San Nicola, è inserita nelle manifestazioni previste per la Sagra di maggio in onore del Patrono di Bari e vuole essere l'omaggio dell'Aeronautica Militare al Santo delle Genti ed alla Città che dai lontani Anni Trenta è sede di uno dei più importanti Comandi dell'Arma Azzurra.
Organizzata dal Comando della III Regione Aerea, la manifestazione si aprirà alle ore 16,15 con l'esibizione dei "Rusty Angels", team acrobatico che vola con tre biplani storici, a cui seguirà una simulazione di combattimento aereo tra un velivolo Cap ed uno Yak che ricostruiranno i duelli aerei dell'epoca pionieristica dell'aeronautica.
Il 313° Gruppo di addestramento acrobatico Pan "Frecce Tricolori" ha sede a Rivolto (Udine) e continua la tradizione dell'antica scuola di addestramento acrobatico voluta da Rino Corso Fougier all'inizio degli Anni Venti per addestrare i piloti da caccia al combattimento aereo, ed ancor oggi le evoluzioni acrobatiche degli MB-339 della Pattuglia sono per la maggior parte"adattamenti corali" delle manovre di attacco e di scampo dei velivoli da caccia, eseguiti non dal singolo velivolo, ma dall'intera formazione.
Le "Frecce Tricolori", che presentano un programma di volo tra i più belli ed apprezzati, hanno il primato di essere la più numerosa pattuglia acrobatica al mondo (nove velivoli in formazione più il velivolo solista) e la caratteristica di tenere alta e costante l'attenzione dello spettatore, poiché velivoli rimangono visibili al pubblico in tutte le fasi della esibizione permettendo di seguire in pieno la spettacolarità e l'armonia delle manovre.
L'esibizione di Bari è la seconda delle manifestazioni aeree dell'anno, dopo la tradizionale apertura della stagione 2005 a Rivolto al termine dell'addestramento annuale svolto nella stagione invernale per preparare la Pattuglia non solo alle manifestazioni aeree, ma anche all'impiego operativo. Il 313° Gruppo è infatti inserito a tutti gli effetti tra i reparti di combattimento dell'Aeronautica Militare nel ruolo di supporto aereo in appoggio alle forze terrestri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione