Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:20

Gargano certificato, turismo di qualità

Un progetto della CCIAA di Foggia pronta a finanziare il 60% dei 100.000 euro di spesa previsti per costruire un'offerta turistica certificata. «Dobbiamo crescere»
Gargano FOGGIA - La costruzione di un'offerta turistica di qualità passa anche attraverso la certificazione dello stato ambientale dell'ecosistema costiero. Di qui il progetto «Gargano in qualità» il cui obiettivo primario è il monitoraggio ambientale realizzato attraverso analisi periodiche del suolo, delle acque marine, dei corsi d'acqua interni e dell'aria. L'iniziativa è della Camera di Commercio di Foggia, pronta a finanziare il 60% dei 100.000 euro di spesa previsti per la sua attuazione, che ha individuato nel Lachimer (il laboratorio polifunzionale a servizio delle imprese, azienda speciale dello stesso ente camerale) il soggetto attuatore. Per coprire il restante 40% (pari a 40.000 euro) sono stati sollecitati ad intervenire i Comuni costieri del Gargano e l'Amministrazione provinciale.

I benefici ricollegabili all'iniziativa «Gargano in qualità» sono molteplici: mappatura dello stato dell'ambiente in prossimità delle coste; costruzione di una banca dati della qualità ambientale; individuazione tempestiva delle zone su cui intervenire per ripristinare parametri qualitativamente accettabili; promozione turistica attraverso la diffusione dei dati raccolti. Oltre alle attività scientifiche strettamente collegate al monitoraggio, infatti, sono previste una serie di iniziative collaterali che culmineranno nella concessione del «bollino di qualità ambientale» ai Comuni più attenti alla gestione ecosostenibile del proprio territorio e particolarmente impegnati nella diffusione della cultura della qualità all'interno della propria comunità.

«Il nostro sistema turistico ha bisogno di crescere, ma non a scapito della qualità ambientale - sostiene Luigi Lepri, presidente della Camera di Commercio - che deve essere preservata e migliorata laddove possibile. Tant'è che prevediamo la ripetizione annuale del monitoraggio, con l'obiettivo di individuare eventuali problemi ed agire per la loro soluzione. E' necessario, dunque, riuscire a far partire il progetto, anche in forma sperimentale, prima che inizi la prossima stagione estiva; spero che i Comuni e la Provincia vorranno essere da subito al nostro fianco».

Il progetto «Gargano in qualità» sarà presentato ufficialmente venerdì 13 maggio, alle ore 11.00, presso la Sala Azzurra della Camera di Commercio nel corso di un'iniziativa a cui sono stati invitati a partecipare i sindaci dei Comuni costieri, i presidenti di Provincia, Comunità montana del Gargano e Parco Nazionale del Gargano, i rappresentanti di enti e associazioni che si occupano della gestione e della tutela dell'ambiente costiero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione