Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 05:55

Vendola-Fitto: Ordine giornalisti archivia

In un faccia a faccia tv in campagna elettorale si era parlato di giornalisti «maggiordomi» e «sul libro paga». Il Consiglio della Puglia ha ha stabilito che si trattava di una «astratta ipotesi» su mediatori televisivi
BARI - Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Puglia, nell'ultima riunione del 21 aprile scorso, ha esaminato la registrazione dell'intervista concessa dall'on. Nichi Vendola all'emittente Telebari. Come si ricorderà, l'intervista - rilasciata in avvio di campagna elettorale - aveva suscitato la reazione del presidente uscente della Regione Puglia, dott. Raffaele Fitto, che aveva sollecitato l'intervento dell'Ordine. In particolare, Fitto aveva sottolineato come nell'intervista si parlasse di giornalisti sul suo «libro paga» e costretti al ruolo di «maggiordomo».
Il Consiglio dell'Ordine, visionando la registrazione, ha rilevato come questa fornisse un contesto diverso alla mera trascrizione delle parole pronunciate nell'intervista, inquadrandole in una lecita polemica di carattere politico, in quel momento accentrata sulla partecipazione dei due candidati alla trasmissione televisiva «Porta a Porta». La registrazione, a parere del Consiglio, mostra in maniera chiara che le affermazioni dell'on. Vendola si riferiscono ad una astratta ipotesi di giornalisti chiamati a gestire il confronto fra i due e non a un caso reale e specifico di giornalisti corrotti. Il caso, pertanto, è stato archiviato con otto voti a favore e un voto contrario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione