Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:24

Puglia - Vendola proclamato presidente

Si insedierà ufficialmente dopodomani, venerdì 29 aprile. Cerimonia nella Corte d'Appello a Bari • Tolte le "auto blu" agli ex presidenti Fitto e De Cristofaro
Nichi Vendola BARI - Nichi Vendola è stato proclamato ufficialmente stamattina presidente della Regione Puglia.
La proclamazione è avvenuta nell'aula del consiglio giudiziario della Corte d'Appello di Bari dove il presidente dell'ufficio centrale regionale, Ferdinando Papia, ha letto e consegnato a Vendola il verbale con i risultati definitivi delle elezioni regionali che hanno consentito a Vendola di vincere sul presidente uscente del centrodestra, Raffaele Fitto.
Presente alla cerimonia anche il presidente della Corte d'appello Giacinto De Marco.

Il neopresidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, si insedierà ufficialmente dopodomani, venerdì 29 aprile. Il passaggio di consegne avverrà alle ore 11 negli uffici della presidenza della giunta regionale. Non sarà presente il presidente uscente, Raffaele Fitto, che è in viaggio da qualche giorno: le sue funzioni saranno svolte dal vicepresidente, Mario Carrieri.
L'annuncio della data dell'insediamento è stato dato dallo stesso Vendola a conclusione della cerimonia di proclamazione che si è svolta in Corte d'appello. Ad un cronista che gli chiedeva se non fosse seccato dall'assenza di Fitto per il passaggio di consegne, Vendola ha risposto «non commento l'assenza, ognuno si comporta come ritiene».

«E' un momento solenne benchè formale, perchè chiude definitivamente una stagione e ne apre una ufficialmente nuova nella quale anche gli adempimenti dovuti, come quelli relativi alla formazione della giunta e all'insediamento mio e del nuovo Consiglio regionale, sono atti che intendiamo interpretare non solo come un dovere d'ufficio, ma come i primi che cercheremo di compiere con tempestività maggiore di quella richiesta dalle norme».
Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, subito dopo la proclamazione ufficiale avvenuta stamani.
Per Vendola, la rapidità già nei primi adempimenti sarà un modo per «poter rapidamente cominciare a dare una risposta alla grande domanda di cambiamento che è venuta dal voto». Intendiamo procedere in modo tale da, ha aggiunto, «incarnare in scelte politiche concrete l'attesa di cambiamento che è gigantesca, sproporzionata alle nostre forze». «Ma le forze mie e dei partiti del centrosinistra - ha aggiunto - sono al servizio di questa gigantesca domanda di cambiamento».
Vendola ha poi annunciato che dopodomani avverrà il passaggio di consegne e ha auspicato di poter dare «nelle prossime ore notizie importanti sulla formazione della giunta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione