Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:05

Tra Fisica e Filosofia, Presicce commemora Einstein e Weyl con un convegno

A cinquant'anni dalla morte il comune salentino organizza un convegno internazionale dove al tavolo dal 22 al 23 aprile si alterneranno storici, epistemologi e scienziati di fama internazionale
Albert Einstein, scienza, atomo PRESICCE (Le) - Non solo studi di matematica, ma anche filosofia e i quesiti ancora aperti nella nostra contemporaneità determinate dalle strutture di natura storico-epistemologica lanciate dai due scienziati e filosofi, Albert Einstein e Hermann Weyl. Di tutto questo e di come dalle scienze matematiche si possa arrivare ad indagini filosofiche ed epistemologici come gli studi di come Karl Popper e Gaston Bachelard, si parlerà il 22 e 23 aprile prossimo a Presicce nell'ambito delle della commemorazione mondiale dei cinquant'anni della morte dei due studiosi

Nelle due giornate del 22 e 23 aprile prossimi si alterneranno al tavolo del Convegno storici, epistemologi e scienziati di fama internazionale: Silvio Bercia dell'Università di Bologna, Dario Antiseri dell'Università Luiss di Roma, Erhard Scholz dell'Università di Wuppertal, Ignazio Ciufolini dell'Università di Lecce, Fabio Toscano del Sissa di Trieste, Salvo D'Agostino dell'Università La Sapienza di Roma, Gino Tarozzi dell'Università di Urbino, Laurent Nottale del Daec/Crsn Observatoire di Meudon, Federic Patras del Centre Dieudonné Cnrs Marsiglia, Enrico Morioni dell'Università di Pisa, Claudio Garola dell'Universitò di Lecce, Charles Alunni dell'Ecole normale superieure di Parigi, Arcangelo Rossi dell'Università di Lecce, Enrico Giannetto dell'Università di Bergamo, Mario Castellana, Luigi Binanti e Demetrio Ria dell'Università di Lecce.

«Il convengo di studi su Albert Einstein e Hermann Weyl - ha sottolineato il sindaco di Presicce, Antonio Luca - è una grande occasione di promozione della nostra terra, del nostro piccolo comune di Presicce e del nostro bellissimo Salento. L'iniziativa potrebbe apparire estranea ad ogni riferimento alla cultura salentina e lontana dal contesto presiccese. Ma nell'ottica di una politica di sviluppo ampio a cui questa amministrazione vuole puntare, è importante creare occasioni di riflessione e di scambio non soltanto su temi che rimandano alle tradizioni locali e popolari, ma anche su argomenti di ampio respiro e di cultura mondiale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione