Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:26

Truffa Ue per produrre olio, 6 arresti a Trani

Le indagini del nucleo di polizia tributaria della Gdf su 500 produttori di olio d'oliva, 400mila euro l'ammontare dei contributi comunitari illecitamente percepiti
TRANI (BARI) - Una presunta associazione per delinquere finalizzata all'indebita percezione di aiuti comunitari per la produzione di olio di oliva è stata smantellata da militari del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Bari che hanno eseguito stamani sei ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla magistratura tranese.
Le indagini hanno riguardato circa 500 produttori di olio, mentre i contributi comunitari illecitamente percepiti ammontano - secondo l'accusa - a circa 400mila euro.
I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip del Tribunale di Trani Antonio Lovecchio su richiesta del pm inquirente, Ettore Cardinali, che contesta agli arrestati il reato di «associazione per delinquere finalizzata all'indebita percezione di erogazioni a danno della Comunità europea».
L'indagine, avviata nel febbraio 2003, ha permesso di delineare l'esistenza - secondo la guardia di finanza - di una collaudata organizzazione criminale e di svelare un articolato sistema di frode, compiuto con l'utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti emesse da aziende olearie calabresi nei confronti di produttori olivicoli, finalizzati alla indebita percezione di aiuti comunitari alla produzione di olio di oliva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione