Cerca

Martedì 23 Gennaio 2018 | 22:20

Ippica - Corse truccate, condizionati Totip e Tris

Pagamento di somme di denaro oppure minacce ai fantini, per condizionare la regolarità delle scommesse. Sull'illecito sta indagando la Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che ha disposto 153 perquisizioni. In stretto collegamento con la criminalità organizzata campana quella pugliese
NAPOLI - Gare ippiche truccate, soprattutto mediante pagamento di somme di denaro oppure con minacce ai fantini, per condizionare la regolarità delle scommesse. E' l'illecito su cui sta indagando la Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che ha disposto 153 perquisizioni - eseguite dai reparti speciali della guardia di finanza di Roma - nei confronti di altrettanti fantini, driver, allenatori e proprietari di cavalli, tra i quali molti denunciati per frode in competizioni sportive.
Nel corso dell'attività investigativa sono emersi elementi che comproverebbero il condizionamento di 41 eventi ippici, i quali hanno compromesso tra l'altro la regolarità di 3 concorsi Totip e di 13 Tris nazionali. Alle indagini ha contribuito un collaboratore di giustizia che, in stretto collegamento con la criminalità organizzata campana e quella pugliese, di fatto curava i rapporti con i fantini per pilotare l'esito delle corse.
Gli indagati avrebbero condizionato le competizioni ippiche attraverso la corresponsione di somme di denaro oppure mediante minacce, nei confronti di fantini, driver, allenatori e proprietari. Diversi i sistemi per pilotare l'ordine d'arrivo dei cavalli: il ritiro di quelli più favoriti, l'acquisto e il successivo ritiro di un cavallo dalla corsa, il doping sportivo, lo sfiancamento degli animali prima della partenza e condotte di gara comunque difformi rispetto alle effettive potenzialità degli animali.
Secondo le prime notizie, dalle perquisizioni sono emersi elementi di riscontro alle ipotesi investigative: i militari della Gdf hanno trovato medicinali dopanti provenienti dalla Svizzera, documenti bancari e altri attinenti la proprietà di cavalli. Presso diversi fantini sono state rinvenute cedole relative a scommesse, anche di natura clandestina, da loro effettuate.
Nell'ambito delle indagini è emerso anche un consistente traffico di droga, che ha consentito di sequestrare oltre 500 grammi di cocaina. Due gli arresti su questo fronte: un pregiudicato napoletano bloccato a Taranto e un latitante napoletano finito in manette a Roma, implicato in un traffico internazionale di hashish e cocaina e affiliato alla criminalità organizzata del quartiere Fuorigrotta di Napoli.

«Sisal SpA, concessionaria del concorso Totip ed operatore nella raccolta della scommessa Tris, ringrazia ed esprime soddisfazione per i risultati annunciati in data odierna dalla Guardia di Finanza, ottenuti a seguito delle indagini svolte sulle corse ippiche a tutela della regolarità delle competizioni, del gioco e dei pronosticatori». Lo si legge in un comunicato in commenta l'operazione condotta dalle Fiamme Gialle. «Sisal garantisce da sempre un costante monitoraggio sul gioco effettuato in relazione a possibili tentativi di manipolazione, segnalando immediatamente ad Unire, ad Aams ed alle Autorità competenti - prosegue il comunicato - ogni eventuale riscontrata o presunta anomalia, come avvenuto anche nel corso delle indagini sopracitate e prestando totale collaborazione agli organi inquirenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400