Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 16:18

Taranto, confiscati a ex-maestro 22 mln

I carabinieri hanno eseguito il decreto di confisca dei beni di Raffaele Monticelli, ritenuto a capo di un traffico internazionale di reperti archeologici
TARANTO - I carabinieri del comando provinciale di Taranto hanno eseguito un decreto di confisca di primo grado dei beni, sia immobili sia in disponibilità di denaro, di Raffaele Monticelli, di 63 anni, di Lizzano (Taranto), insegnante elementare in pensione, ritenuto a capo di un'associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di reperti archeologici.
Il provvedimento è stato emesso dalla seconda sezione penale del tribunale di Taranto e rappresenta la fase conclusiva di indagini patrimoniali iniziate nel 2001.
I beni confiscati, che erano stati già sottoposti a sequestro, ammontano complessivamente ad oltre 22 milioni di euro. Tra questi, in particolare, ci sono alcuni appartamenti di particolare valore, acquistati - secondo gli investigatori - con denaro ottenuto dalla attività illecita. Monticelli è risultato proprietario di due appartamenti nel centro di Firenze, uno dei quali in piazza della Signoria acquistato ufficialmente per 250 milioni di lire e vincolato dalla Soprintendenza perchè ritenuto bene di rilevante interesse artistico e storico, e di altri due appartamenti nel centro di Roma, in via della Gregoriana e in via della Purificazione.
Nel 2002 Monticelli era stato condannato dal gup del tribunale di Foggia a quattro anni di reclusione perchè ritenuto il promotore di un'organizzazione, finalizzata alla ricettazione di reperti archeologici, che operava in particolare in Puglia, Calabria e Campania e che rivendeva beni archeologici anche a musei esteri. Tutto questo sarebbe avvenuto sin dal 1980; nella disponibilità di Monticelli vennero trovati dai carabinieri, durante le indagini, numerosi conti correnti miliardari all' estero, soprattutto in Svizzera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione