Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:34

La Puglia e la Basilicata unite nel raccoglimento

Il Pontefice aveva viaggiato cinque volte in Puglia e due in Basilicata. Il «testimone coraggioso della fede cristiana», come definito da mons. Francesco Pio Tamburrino, arcivescovo di Foggia, ricordato in varie iniziative dai pugliesi • Celebrazioni disposte per lunedì e martedì a S. Giovanni Rotondo
BARI - Anche la Puglia piange la perdita di Giovanni Paolo II e sono molte le iniziative organizzate per testimoniare il dolore dei pugliesi.
PREFETTURE - Durante il periodo di lutto nazionale dichiarato per tre giorni a partire da oggi, e in occasione dei funerali del Santo Padre, anche presso le prefetture pugliesi sono a disposizione registri per la raccolta delle firme dei cittadini che desiderano manifestare in forma diretta il proprio cordoglio. I registri saranno trasmessi ai vescovi delle rispettive Diocesi.
PARROCCHIE - Ricordando la benedizione che il Papa impartì il 26 febbraio del 1984 alla cappella dell'aeroporto di Bari, al termine della giornata di visita, monsignor Alberto D'Urso, parroco di Santa Croce a Bari, propone che il nuovo aeroporto internazionale del capoluogo pugliese, inaugurato il 31 marzo scorso, possa chiamarsi "Aeroporto Giovanni Paolo II". «Sarà questa - spiega D'Urso, una bella testimonianza legata, non solo a una bellissima giornata che ci ha donato, ma anche al suo desiderio di essere tra noi per concludere il Congresso Eucaristico nazionale che si terrà a Bari dal 21 al 29 maggio prossimi».
SPETTACOLO - Anche il mondo dello spettacolo è scosso dal dolore. Cambiamenti sono annunciati nel cartellone teatrale del Teatro pubblico pugliese. Oggi non andranno in scena al Teatro Curci di Barletta le due recite previste de "Il ritratto di Dorian Grey", il musical di e con Tato Russo. Ieri lo spettacolo è stato interrotto non appena è giunta la notizia del decesso del Santo Padre, data dal palcoscenico dal sindaco di Barletta.
E' slittato a domani, invece, lo spettacolo previsto a Mesagne, nel Teatro Comunale: "Fedra", per la regia di Francesco Tavassi, con Elisabetta Pozzi e la Compagnia delle Indie Occidentali. A Foggia, invece, al Teatro Giordano, andrà regolarmente in scena oggi 'Il piacere dell'onestà, di Luigi Pirandello, con Giuseppe Pambieri e Lia Tanzi, regia di Lamberto Puggelli. Ma - precisa la nota del teatro pubblico pugliese - come in tutta Italia, secondo la circolare Agis, con luci spente nel foyer e sulla facciata del teatro e con luci basse in platea.

Clima generale di dolore e raccoglimento anche in Basilicata il giorno dopo la morte di Giovanni Paolo secondo: il papa è stato in regione due volte (nel 1980, due giorni dopo il terremoto, per poche ore; e nel 1991, per quasi due giorni).
I prefetti di Potenza e di Matera - Luciano Mauriello e Francesca Garufi - hanno già annunciato che il giorno dei funerali del Papa, conformemente a quanto disposto dal Consiglio dei Ministri, sarà osservato un minuto di raccoglimento negli uffici pubblici e in tutte le scuole, oltre alla «sospensione delle manifestazioni pubbliche di spettacolo leggero» (che è valida anche oggi). Mauriello ha inviato un telegramma al Cardinale Angelo Sodano, per evidenziare che i lucani ricordano «con commozione e rimpianto la straordinaria figura del Papa». Un registro per la raccolta di firme è a disposizione di chiunque negli ingressi delle due prefetture e, finito il periodo di lutto, sarà inviato agli arcivescovi di Potenza e di Matera.
In diverse parrocchie, gruppi di fedeli stanno organizzando viaggi a Roma per rendere omaggio alla salma del Papa o per partecipare ai funerali. Oggi, uomini politici e partiti hanno di nuovo deciso di sospendere ogni iniziativa elettorale, in segno di rispetto, e hanno ricordato la figura del Papa e il suo insegnamento. Anche il sindaco e il presidente del consiglio comunale di Potenza - Vito Santarsiero e Antonio Triani - hanno ricordato la figura di Giovanni Paolo secondo: «La sua presenza nel mondo - ha detto il sindaco, in una nota diffusa dall' ufficio stampa - ha rappresentato un chiaro segno divino».
Il presidente della Provincia di Potenza, Sabino Altobello, ha detto di sentire «il dovere di partecipare in veste sia istituzionale che personale al dolore per la perdita di un uomo che ha scritto un capitolo importante della storia del mondo». Altobello ha reso noto di voler partecipare alla messa celebrata dall' arcivescovo di Potenza, monsignor Agostino Superbo.
Secondo Altobello, il Papa è stato «un uomo che ha saputo farsi amare, come ha detto il Presidente Ciampi, per la forza delle idee e per il coraggio. Lodato dai cattolici ed ammirato dai non cattolici, Wojtyla - ha concluso - ha saputo interpretare con innovazione molti mutamenti della società «.
Il «cordoglio» della Cisl lucana è stato espresso dal segretario generale regionale dell' organizzazione, Nino Falotico: «Con Giovanni Paolo secondo - ha aggiunto - non muore solo il tenace ambasciatore di Cristo nel mondo ma anche il combattente contro ogni odiosa forma di ingiustizia sociale e di sfruttamento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione