Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 20:15

Bari, seconda giornata europea contro il razzismo

L'associazione onlus "Sportello dei Diritti" di Bari ha promosso nell'occasione una iniziativa di sensibilizzazione sulle problematiche e per la regolarizzazione di tutti gli immigrati che in Puglia ammonterebbero a circa 120.000 dei quali 40.000 "irregolari"
BARI - Oggi si celebra la seconda giornata europea dei movimenti contro il razzismo. L'associazione onlus "Sportello dei Diritti" di Bari ha promosso nell'occasione una iniziativa di sensibilizzazione sulle problematiche e per la regolarizzazione di tutti gli immigrati che in Puglia ammonterebbero a circa 120.000 dei quali 40.000 "irregolari".
«Chiediamo - ha detto il consigliere comunale Sabino De Razza (Prc) - la chiusura definitiva dei Centri di permanenza temporanea (Cpt) per i quali il Consiglio comunale di Bari ha già deliberato nel dicembre scorso per un dissenso in quanto vengono ritenuti veri luoghi di "detenzione" per gli immigrati non regolari. In quest' ottica chiediamo che la Questura di Bari sblocchi le oltre 6.000 pratiche di richiesta di soggiorno giacenti nei propri uffici per dare reale dignità a queste persone costrette a vivere nella illegalità».
«La richiesta di diritto al voto - ha proseguito De Razza - è fondamentale per dare dignità a queste persone e non a caso domani simbolicamente allestiremo un seggio elettorale (presso la sede della RdB in via Pisacane, 91) per dimostrare come si potrebbe "quantificare" la partecipazione di questi cittadini alla realtà politica locale».
«Le iniziative - ha concluso De razza - proseguiranno nel mese di aprile per sensibilizzare l'opinione pubblica in vista dell'"Euro my day", del primo maggio a Milano, festa alternativa a quella organizzata dai sindacati, che già l'anno scorso durante la prima edizione registrò la presenza di oltre 100.000 immigrati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione