Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 21:34

Un arsenale nel porto di Bisceglie

I sub hanno recuperato una cassa in cui c'erano granate, bombe da mortaio, un proiettile da cannone e 4 siluri di aereo della seconda guerra mondiale
BISCEGLIE - Un arsenale costituito da bombe inesplose risalenti alla seconda guerra mondiale è stato rinvenuto questa mattina all'ingresso del porto di Bisceglie.
A far scattare le ricerche è stata una segnalazione anonima. Immediato l'intervento dei sommozzatori della Società Nazionale di Salvamento che, insieme ai militari dell'Ufficio Locale Marittimo ed i sub dei carabinieri di Taranto ha portato alla scoperta di una cassa contenente granate, quattro bombe da mortaio, un proiettile da cannone e quattro siluri di aereo della lunghezza di un metro e mezzo.
Si tratta di ordigni risalenti alla seconda guerra mondiale che sono restate lì per decenni rischiando anche di esplodere se fossero stati urtati malauguratamente da qualche àncora.
Molti ordigni erano anche stati avvolti da spezzoni di reti da pesca, avendo incagliato le reti di numerosi pescatori.
Il lavoro dei sub è durata circa un'ora e mezzo, nel frattempo i motopescherecci sono stati dirottati nel porto di Molfetta.
In tarda mattinata sono intervenuti esperti sommozzatori del Nucleo Sdai della Marina Militare di Taranto per le operazioni di recupero e brillamento delle bombe che saranno fatte brillare successivamente.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400