Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 04:34

Foggia - Agente carcerario arrestato per droga

In tutto sono stati effettuati 20 arresti nel corso di una operazione portata a termine dagli agenti del commissariato di polizia di Cerignola
FOGGIA - Sono 20 le persone arrestate all'alba di questa mattina nel corso di una operazione portata a termine dagli agenti del commissariato di polizia di Cerignola nella città ofantina. Circa 200 i poliziotti che sono impegnati nell'operazione denominata «Pavone» e diretta ad eseguire l'esecuzione dei provvedimenti di custodia cautelare emessi dal Gip del tribunale di Foggia Lucia Navassio nei confronti delle 20 persone accusate di partecipare ad un giro di stupefacenti in prevalenza cocaina e hascisc. Tra le persone coinvolte anche un agente di polizia penitenziaria che secondo gli investigatori aveva il compito di portare la droga all'interno del carcere di Foggia.

C'è anche un agente di polizia penitenziaria tra le 20 persone arrestate all'alba di questa mattina dagli agenti del commissariato di Polizia di Cerignola e dalla Squadra Mobile di Foggia nel corso di un'operazione portata a termine nel centro ofantino.
Gli arrestati sono Ali Charaf, marocchino di 44 anni; Maurizio, Michele e Vincenzo Costantino, rispettivamente di 35, 33 e 41 anni; Giuseppe Dercole, 33 anni; Raffaele Di Fiore, 40 anni; Francesco Direda, 27 anni; El Hassan Kaalouz, marocchino, 32 anni; Antonio Lo Prete, 37 anni; Mario Mancino, 29 anni; Tommaso Morra, 28 anni; Carmine Perrucci, 24 anni; Giuseppe Schiavone, 33 anni; Raffaele Taurino, 25 anni. Inoltre i magistrati hanno concesso gli arresti domiciliari a Gianluca Dente e Antonio Maffucci, entrambi di 25 anni; a Matteo Clemente, di 21 anni; ad Antonio Cucchiarale di 46 anni e a Michele De Lasa di 35 anni.
Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip del tribunale di Foggia Lucia Navazio che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Lidia Giorgio.

Per loro le accuse sono di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini hanno evidenziato che dal gennaio all'autunno del 2003 gli arrestati gestivano un?attività di vendita al dettaglio della droga, in particolare hashish e cocaina in diversi centri della provincia foggiana e nella zona del nord barese. Nello specifico la droga veniva confezionata e poi venduta al dettaglio con un sistematico e continuo traffico telefonico. Le attenzioni degli agenti del commissariato di Cerignola sono state rivolte soprattutto nei confronti del marocchino El Hassan Kaalouz, vero e proprio coordinatore dell'illecita attività in una vasta area geografica che va da Borgo Tressanti (nelle campagne di Cerignola) ai borghi di Tavernola, in agro di Foggia e a Mezzanone nelle campagne di Manfredonia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno anche scoperto che la droga veniva venduta all?interno del carcere di Foggia. Un'agente di polizia penitenziaria, Raffaele Di Fiore, attualmente in carcere per un altro reato, provvedeva a far giungere la sostanza stupefacente nella casa circondariale dopo veri e propri ordinativi che veniva fatti da Vincenzo Costantino all'epoca dei fatti contestati, detenuto al carcere foggiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione