Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 22:11

Preso rapinatore in pieno centro a Bari

Aveva appena messo a segno un colpo ma, dopo un rocambolesco inseguimento in città (un agente ha anche sparato in aria), Giuseppe Colella è finito in manette
BARI - Gli è stato fatale l'ultimo colpo, che aveva compiuto oggi, nelle prime ore del pomeriggio, nell'ennesimo istituto di credito nel centro di Bari: questa volta la polizia è riuscita a intervenire prima che lui potesse allontanarsi e così per il rapinatore solitario di Bari, l'uomo che armato con un taglierino nelle ultime settimane aveva compiuto diverse rapine in banche nel centro cittadino, non c'è stato niente da fare. A conclusione di un inseguimento per le vie del centro gli agenti lo hanno bloccato, ma per riuscirci uno di loro ha dovuto sparare in aria un colpo di pistola per indurre il fuggitivo a consegnarsi.
E' accaduto intorno alle 15. A finire in manette è stato Giuseppe Colella, di 27 anni, con precedenti penali. E' ritenuto responsabile di diverse rapine in banche nel centro di Bari, l'ultima delle quali, anch'essa attribuita a lui dagli investigatori, compiuta una decina di giorni fa nella sede di via Calefati della Deutsche Bank.
Oggi l'uomo ha invece preso di mira la sede di Banca Intesa, in via Abate Gimma: ha minacciato gli impiegati con il solito taglierino e si è fatto consegnare i soldi che erano nelle casse, circa seimila euro. In quei momenti, però, dalla banca è partito l'allarme alla questura e subito è giunta una pattuglia. L'uomo ha tentato di fuggire percorrendo di corsa via Piccinni e cercando rifugio in un autobus parcheggiato in piazza Massari. Durante l'inseguimento un agente ha sparato in aria a scopo intimidatorio. Sul luogo dell'inseguimento è giunta poco dopo anche una pattuglia della squadra mobile. L'uomo alla fine è stato arrestato e in queste ore viene interrogato in questura. Il bottino è stato recuperato per intero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione