Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:29

Tratta di rumene stroncata a Corato

Arrestati due coniugi che in pochi mesi avevano in piedi un grosso giro di prostituzione nel Nord barese, costringendo al malaffare due ragazze rumene ventenni
CORATO (Ba) - In pochi mesi avevano in piedi un grosso giro di prostituzione nel Nord barese, costringendo al malaffare due ragazze rumene ventenni che avevano apparentemente ospitato in casa.
Con l'accusa di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato i due coniugi rumeni Georgel Dinca, 35 anni, e la 30enne Cristina Florica Dinca. I due ospitavano da tempo nella propria abitazione le due ragazze, entrambe prive di permesso di soggiorno.
Secondo quanto è emerso dalle indagini e dalle dichiarazioni di alcuni clienti provenienti anche dalla provincia di Foggia, e interrogati dagli investigatori, l'attività di prostituzione era iniziata almeno dal novembre scorso. I clienti, tra cui anche professionisti, contattavano le due ragazze, che si facevano chiamare Antonia e Rosanna, utilizzando alcuni numeri in uso ai coniugi Dinca, per poi attendere l'arrivo nei pressi soprattutto della stazione di Corato o nelle strade della zona dell'extramurale cittadina. Le prestazioni sessuali si consumavano in macchina o in alcuni alberghi della zona. Nell'appartamento dei due coniugi rumeni i poliziotti hanno trovato e sequestrato alcune agende dove i coniugi Dinca avevano registrato in pratica tutta la contabilità dell'attività delle due ragazze oltre ad alcuni numeri di telefono oltre a sei mila euro, ritenuto il provento dell'attività illecita.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione