Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:23

Con Marracino, sono tre i pugliesi morti in Iraq

Nella tragedia nazionale di Nassirya del 12 novembre 2003, perse la vita anche il leccese caporalmaggiore Alessandro Carrisi. In un incidente stradale, il 5 luglio del 2004, morì il caporalmaggiore salentino Antonio Tarantino
BARI - Con il fatale incidente in cui ha perso la vita oggi a Nassirya il paracadutista del 185.esimo Reggimento, sergente Salvatore Marracino, diventano tre i soldati della Puglia morti in Iraq. Marracino era arrivato a Nassirya da quasi tre settimane, dal 25 febbraio, e in passato aveva svolto una missione internazionale anche in Afghanistan. Aveva 28 anni e viveva a San Severo, nel foggiano, insieme alla famiglia (padre falegname, madre e due fratelli).
In precedenza altri due pugliesi, entrambi soldati dell'Esercito, avevano perso la vita. Nella tragedia nazionale di Nassirya del 12 novembre 2003, nell'attentato terroristico in cui morirono 17 italiani, aveva perso la vita anche un leccese, Alessandro Carrisi, il caporalmaggiore di Trepuzzi, di 23 anni, in ferma breve al sesto Reggimento trasporti di Budrio.
A lui sono state intitolate due scuole, una nel suo paese ed una in Iraq. Un altro caporalmaggiore dell'Esercito pure originario del Salento, Antonio Tarantino, di 26 anni, è morto inoltre il 5 luglio del 2004.
Come Marracino, anche Tarantino ha perso la vita in un'azione non ostile, in un incidente stradale avvenuto a Nassirya nello scontro tra un convoglio militare e l'autocarro di civili. Tarantino era originario di Spongano. Nell'incidente del 5 luglio rimase ferito anche un altro commilitone di Lecce. (segue) La provincia di Lecce negli ultimi anni ha pagato un tributo di sangue anche più grave per la perdita di uomini dell'Esercito in incidenti.
Stefano Rugge, di 28 anni, originario di Lecce e capitano del decimo Reggimento Genio guastatori di Cremona, perse la vita il 9 maggio del 2002 in Macedonia, al confine con il Kosovo, su una mina. Il 4 febbraio del 2004 perse la vita anche il caporalmaggiore scelto di Calimera, Antonio Luciano Paperi, di 29 anni ed in servizio alla Brigata Pinerolo di Bari, vittima di un incidente in un'esercitazione al poligono di tiro di Capo Teulada, in Sardegna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione