Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 09:52

Lecce - Arrestato don Cesare Lodeserto

Il sacerdote è direttore del centro di permanenza temporanea per immigrati Regina Pacis di San Foca a Melendugno, che dipende dalla Curia del capoluogo salentino, di cui è arcivescovo mons. Cosmo Ruppi.
È accusato di sequestro di persona dai Pubblici ministeri Carolina Elia ed Imerio Tramis.
• Aperta una serie di inchieste
• Qualcuno li definisce «lager», in Italia ci sono 15 centri di accoglienza per 1.800 posti
LECCE - È stato arrestato con l'accusa di sequestro di persona Don Cesare Lodeserto direttore del centro di permanenza temporanea Regina Pacis di San Foca a Melendugno (Lecce) che dipende dalla curia di Lecce. Nei giorni scorsi, su disposizione della procura di Lecce i carabinieri avevano compiuto perquisizioni nel centro e acquisito varia documentazione.
Don Cesare Lodeserto è stato arrestato a Mantova dove esiste un altro centro gemello del "Regina Pacis". Il sacerdote - a quanto si è saputo -è stato rinchiuso in carcere a Verona.
L'accusa nei suoi confronti è di sequestro di persona e abuso dei mezzi di correzione. L'arresto è stato fatto in esecuzione di una ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Enzo Taurino, su richiesta dei Pubblici ministeri salentini Carolina Elia ed Imerio Tramis.
A quanto si è saputo, gli inquirenti avrebbero tra l'altro accertato che un sms di minaccia giunto nei mesi scorsi a don Cesare Lodeserto era stato inviato da lui stesso da un'altra utenza telefonica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione