Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 20:13

Indagini nella Casa Divina Provvidenza

Si ipotizza il reato di maltrattamenti dopo una lettera-denuncia per presunti casi di malasanità e malassistenza nell'istituto psichiatrico biscegliese
Con l'ipotesi di reato di maltrattamenti, il sostituto procuratore della Repubblica di Trani Giuseppe Maralfa ha ufficialmente aperto l'inchiesta sulle presunte vessazioni subite da alcuni pazienti nella Casa Divina Provvidenza di Bisceglie. L'apertura dell'indagine rappresenta la naturale conseguenza dell'acquisizione dell'articolo pubblicato giovedì sull'edizione del nord barese de "La Gazzetta del Mezzogiorno", con cui si dava notizia della lettera-denuncia giunta nei giorni scorsi al "Tribunale per i diritti dell'ammalato" di Bari.
Il fascicolo d'inchiesta è stato assegnato al pm Maralfa già titolare di altri fascicolo d'indagine su presunti casi di malasanità e malassistenza nei padiglioni dell'istituto psichiatrico biscegliese. Quale prima attività d'indagine, il magistrato inquirente ha incaricato i Carabinieri di trasmettergli la missiva di denuncia, per poter compiere le prime valutazioni. Ad iniziare dall'identificazione dei pazienti denuncianti e della verifica delle loro sottoscrizioni. Il fascicolo, per il momento, è stato aperto a carico di ignoti.
La sconcertante lettera giungerebbe proprio da alcuni pazienti, secondo cui nell'istituto psichiatrico si succederebbero maltrattamenti e vessazioni di varia natura. Alcuni degenti sarebbero costretti a lavori domestici per supplire alla mancanza del personale, e, in caso di rifiuto, sarebbero vittima di "punizioni" consistenti nel digiuno e di altre deprecabili condotte: rimarrebbero nudi o scalzi, ed alcuni di loro verrebbero legati alle retine dei letti. L'inchiesta ora dovrà accertare se e quanto di vero ci sia in quest'ultima denuncia, che s'innesta in una serie di precedenti episodi sospetti che vedono coinvolta la Casa della Divina Provvidenza. A cominciare dal blitz di novembre quando i Carabinieri sorpresero un degente legato al termosifone.
Antonello Norscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione