Cerca

Martedì 23 Gennaio 2018 | 03:13

Casa della Divina provvidenza di Bisceglie, malate denunciano maltrattamenti

Cinque ammalate hanno denunciano una serie di maltrattamenti fisici e psicologici. «Siamo state picchiate anche con una barra di ferro, siamo state costrette a svolgere lavori domestici quando mancava il personale e se ci rifiutavamo ci punivano»
BISCEGLIE - Una nuova tegola per la Casa della divina provvidenza di Bisceglie. Una nuova denuncia infatti è stata presentata al comando provinciale dei Carabinieri di Bari da le Tribunale per i diritti del malato.
La denuncia riguarda strani e violenti comportamenti all'interno della struttura sanitaria che ospita l'istituto ortofrenico.
La lettera-denuncia è stata inviata da alcune pazienti che sono attualmente ricoverate a Bisceglie.
Cinque ammalate hanno denunciano una serie di maltrattamenti fisici e psicologici. «Siamo state picchiate anche con una barra di ferro, siamo state costrette a svolgere lavori domestici quando mancava il personale e se ci rifiutavamo ci punivano. Ci tengono legate e ci fanno stare anche a digiuno ed anche senza vestiti e senza scarpe».
I volontari del Tribunale per i diritti del malato che hanno ricevuto al lettera l'hanno «girata» ai carabinieri perchè venga fato piena luce sull'ennesimo episodio che pone la Casa dell divina provvidenza al centro di quello che si preannuncia un nuovo scandalo, dopo quelli di pochi mesi fa. A novembre scorso, infatti, furono arrestati quattro dipendenti della Casa Divina Provvidenza con l'accusa di sequestro di persona e lesioni, alcuni erano stati sorpresi dai carabinieri mentre guardavano il televisore, lasciando un paziente legato con un laccio ad ad un termosifone. Poche settimane più tardi esplose anche il caso di una morte ritenuta alquanto sospetta di un paziente. Vicenda ancora aperte alle quali, adesso, potrebbe aggiungersi una nuova triste vicenda.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400