Cerca

Sabato 20 Gennaio 2018 | 07:55

Maltempo: viabilità in ginocchio nel Foggiano

E' ancora chiusa la linea ferroviaria adriatica tra la Puglia e il Molise, è ancora chiusa la statale 16 Adriatica, chiusa da ieri sera anche l'autostrada A16 tra la Puglia e la Campania a causa di una frana
FOGGIA - Il maltempo continua a creare nel foggiano ancora molti disagi soprattutto alla viabilità: è ancora chiusa la linea ferroviaria adriatica tra la Puglia e il Molise, è ancora chiusa la statale 16 Adriatica, chiusa da ieri sera anche l'autostrada A16 tra la Puglia e la Campania a causa di una frana.
La situazione meteorologica nel foggiano rimane stazionaria: continua a piovere e a nevicare anche alla quote più basse. Il servizio meteorologico dell' aeronautica prevede ancora piogge e un abbassamento della temperatura; da domani è previsto un lieve miglioramento con venti di maestrale che dovrebbero portare cielo poco nuvoloso anche se con temperature più rigide.
Proprio la pioggia e la neve sono la causa dei rallentamenti nei lavori di ripristino della linea ferroviaria adriatica che, secondo le ultime indicazioni di Ferrovie dello Stato, dovrebbe essere riaperta venerdì 11 marzo, se le condizioni meteorologiche non peggioreranno. Le Ferrovie dello Stato stanno affrontando in questi giorni - ha reso noto un portavoce dell'ente - una «situazione drammatica» e assistendo migliaia di viaggiatori. Ieri, per evitare che un gruppo di 150 giovani, che dovevano sostenere a Foligno le prove di un concorso bandito dell' Esercito, corressero il rischio di arrivare in ritardo, Trenitalia ha messo loro a disposizione autobus che li hanno condotti direttamente ad Ancona evitando altri trasbordi. A quanto è stato reso noto, per questa situazione di difficoltà estrema che, ormai da cinque giorni, rende impercorribile una delle principali vie di collegamento tra Nord e Sud, si presta assistenza e soccorso in modo particolare ai disabili che ogni giorno sono costretti per motivi di lavoro a mettersi in viaggio.
L' autostrada A 16 nel tratto al confine tra la Puglia e la Campania è interrotta: è stata chiusa da Candela a Grottaminarda perchè una frana ha causato lo spostamento della carreggiata di quasi un metro. Il traffico è deviato a Candela sulla statale 90 per chi è diretto da Foggia verso Napoli, e per chi arriva nella direzione inversa il traffico è interrotta a Grottaminarda o a Lacedonia e deviato sulla strade interne.
La statale 16 Adriatica è ancora chiusa tra San Severo e la stazione di Ripalta, dopo l'ondata di piena del fiume Fortore nel letto del quale si sono riservati alla fine della scorsa settimana le acque della diga di Occhito dopo che le abbondanti piogge avevano fatto superare il libello di guardia dell'invaso. Per la neve, la strada statale 17 che collega la provincia di Foggia con quella Campobasso è percorribile solo con catene a bordo. Neve anche sul monte Saraceno e sulla statale 89 che collega Foggia a Manfredonia e Mattinata. Gravi danni si registrano in agricoltura per gli allagamenti.
La diga di Occhito non presenta invece più problemi: è escluso per ora il rischio che l' acqua ingrossi nuovamente il Fortore e i torrenti che scorrono a valle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400