Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 09:59

Campionesse tarantine ad «Agrifood»

Si chiama «3M Topo Favola», è una «Sebian Sumatra» allevata da Antonio Turnone di Martina Franca, e si è classificata al 3° posto nella categoria vacche in latte da 3 a 4 anni
TARANTO - L'Associazione degli allevatori ionici ha ricevuto importanti premi nell'ambito della Fiera "Agrifood" di Verona.
La vacca "3M Topo Favola" di Angelo Mansueto, titolare di una pregiata azienda zootecnica di Mottola (TA), è stata proclamata campionessa dell'anno 2005 nella mostra internazionale, in cui si è distinta come migliore soggetto per la produzione totale di kg di proteine.
Nella stessa mostra internazionale, la vacca "Sebian Sumatra" di Antonio Turnone di Martina Franca (TA) si è classificata al 3° posto nella categoria vacche in latte da 3 a 4 anni e si è distinta pure come campionessa di categoria nel concorso nazionale. "Cam Perkins Tiziana", nella categoria manze da 14 a 18 mesi, di proprietà dello stesso allevatore è riuscita, poi, a piazzarsi al terzo posto. A completare il trionfo della produzione bovina di terra ionica, riconoscimenti di rilievo sono andati ai capi bovini portati dagli allevatori ionici Angelica Di Michele Giovanni Legrottaglie (Mottola), Donato Nuzzi (Laterza), Giuseppe Amatulli di Martina e Cosimo Argiese (Martina Franca).
I bovini della provincia di Taranto, quindi, hanno ricevuto il miglior apprezzamento in una rassegna a carattere internazionale, organizzata nell'ambito di "Italialleva", alla quale hanno partecipato i capi più pregiati.
Questa sezione è stata specificatamente dedicata dalla Fiera di Verona alla zootecnia con ben 16.000 mq coperti. Dal 3 al 6 marzo sono stati presentati capi bovini di alto valore genetico iscritti ai rispettivi libri genealogici e registri anagrafici delle razze bovine da latte e da carne del tipo Frisona, Bruna, Pezzata Rossa, Rendena, Valdostana, Grigio Alpina, Reggiana, Pezzata Rossa d'Oropa, Cabannina, Bianca Val Padana, Piemontese, Chianina, Marchigiana, Romagnola, Charolais e Limousine. "In questa importante vetrina, frutto della collaborazione fra l'Ente Fiere con il Ministero delle Politiche Agricole e l'Associazione italiana allevatori, ecco che la zootecnia ionica - ha sottolineato Vito Surico, direttore dell'Apa di Taranto - ha saputo conquistare una serie di significative vittorie portando all'esposizione 10 capi bovini".
La conquista del podio più alto da parte di un bovino di Mottola ha fatto, così, calare il sipario nel migliore dei modi su "Italialleva" e gli allevatori ionici intendono, ora, confermare il loro prestigio internazionale.
L'attenzione dell'intero comparto è già puntata sulla Mostra Interregionale di Martina Franca, unica del Centro Sud, e che si terrà dal 24 al 27 novembre 2005 dopo 4 anni di interruzione.
"Dopo queste vittorie a Verona c'è maggiore euforia guardando alla Mostra Interregionale - ha concluso Vito Paradiso, presidente dell'Associazione provinciale allevatori (Apa) di Taranto".
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400