Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 17:57

Piogge - Adriatica bloccata per «alcuni giorni»

La tratta ferroviaria è chiusa dal 4 marzo tra Termoli e Foggia per i danni che lo straripamento del fiume Fortore ha provocato nei pressi di Ripalta. Coldiretti: in Capitanata il maltempo ha causato danni per 120 mln all'agricoltura. L'unico dato positivo? Gli invasi lucani sono zeppi d'acqua
FOGGIA - Ci vorranno ancora «alcuni giorni» per riaprire la tratta ferroviaria Adriatica, chiusa al traffico dal 4 marzo scorso nel tratto compreso tra Termoli e Foggia per i danni che lo straripamento del fiume Fortore ha provocato alla linea nei pressi di Ripalta, a valle dalla diga di Occhito.
Lo si è appreso da fonti della prefettura di Foggia che sottolineano che per poter riaprire la tratta sono necessari «interventi abbastanza consistenti» da parte del personale delle Ferrovie. Quindi, viene ritenuta improbabile la riapertura della linea nella giornata di mercoledì 9 marzo, giorno in cui le Ferrovie dello Stato speravano di poter riavviare i collegamenti ferroviari. Questi sono assicurati nelle ore diurne con il trasbordo dei passeggeri su pullman nelle stazioni di Foggia e Termoli e, nella notte, con la deviazione dei convogli su altre tratte.
Fonti delle Fs sottolineano comunque che i lavori di messa in sicurezza dei binari e della massicciata sono in corso da questa mattina, nonostante la neve caduta la notte scorsa e la pioggia che oggi interessa la zona di Ripalta. Proprio in questa zona, il 4 marzo, è esondato il fiume Fortore, ingrossato dal deflusso della diga di Occhito, l'invaso in terra battuta più grande d'Europa che si trova al confine tra Puglia e Molise. Il livello della diga è tornato ora nei limiti previsti e da sabato pomeriggio il 'livello di allarme 1' è stato sostituito da quello più lieve di 'fase di vigilanza rinforzatà.
Tutte le strade del foggiano sono tornate ad essere transitabili tranne - precisa la prefettura - la statale 16 nel tratto compreso tra San Severo e Poggio Imperiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400