Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 04:51

Congresso Federconsumatori Puglia: bilancio positivo

Importanti risultati in favore dei consumatori (migliaia di rimborsi a cittadini beffati da alcuni prodotti finanziari della Banca 121, ora Mps) e della correttezza del mercato. Il presidente, Nico Romito, «lascia» e si candida alle regionali
Il presidente Romito lascia per candidarsi alla Regione


E' una Federconsumatori in salute quella che lascia il Presidente uscente Nico Romito. Iscritti in forte crescita e un gran numero di battaglie vinte in difesa dei diritti dei cittadini. La Federconsumatori Puglia ha svolto il suo terzo congresso regionale oggi 5 marzo a Bari, presso l'hotel Ambasciatori cui hanno preso parte centinaia di soci ed il Presidente della Provincia di Bari Vincenzo Divella, il presidente regionale del Codacons Alessandro Amato e il presidente regionale della Confconsumatori Antonio Pinto.
Un successo, testimoniato dalla forte crescita associativa che ha portato ad oltre 6500 il numero dei soci, serviti da 14 sportelli e decine di volontari, che hanno ascoltato con attenzione la lunga relazione del presidente Romito. Quest'ultimo, annunciando la sua candidatura per le prossime consultazioni regionali all'interno della lista civica "Primavera pugliese", ha rinunciato, per ragioni di opportunità, ad un ulteriore mandato alla guida della Federconsumatori. In conseguenza l'assemblea dei soci ha nominato come nuovo presidente l'avvocato di Bari Lia Foggetti, già componente del direttivo, nonchè il nuovo direttivo ed i delegati per il congresso nazionale di Napoli.
La Federconsumatori cresce, dunque. E non potrebbe che essere così, soprattutto in favore delle migliaia di piccoli risparmiatori cui l'associazione è riuscita a dar voce ottenendo importanti risultati attraverso innovative e favorevoli sentenze e migliaia di rimborsi cittadini che, fuorviati da nomi come BTP di numerosi prodotti finanziari dalla Banca 121 (ora Monte dei Paschi di Siena), sono riusciti ad ottenere portando al tavolo della trattativa un colosso bancario altrimenti indifferente. Anche in questo caso, migliaia di successi: il Monte dei Paschi di Siena è sceso a trattative con circa 1400 risparmiatori, che hanno dunque vinto la loro battaglia, mentre dopo che centinaia di risparmiatori hanno agito in giudizio altri 1200 risparmiatori vedono prossima la definizione del proprio contenzioso.
Tra le migliaia di procedure di tutela svolte nel corso del 2004, la Federconsumatori ha inoltre difeso i consumatori da decine di pubblicità ingannevoli, scorrettezze commerciali di varia natura, vincendo nella complessa battaglia contro Sesit per l'assurda pratica del fermo amministrativo dell'auto dopo decine di cause vinte. Altro importante risultato riguarda lo storno delle bollette per collegamenti internet 709 battaglia partita proprio dalla Puglia.
Molti successi ma ancora molti traguardi da raggiungere. "Il vero limite - afferma l'avv. Romito - deriva ancora dal ritardo con cui la Regione Puglia attua la normativa europea che nel testo più importante, la nuova Costituzione, impone la promozione dei diritti dei consumatori. Manca in realtà una vera politica a difesa dei consumatori a partire da una legge di tutela,ritardo che accomuna la Puglia alla sola Calabria". La decisione della candidatura alla Regione di Romito, nasce dunque proprio da qui. "Ho accettato la candidatura in una lista civica- rileva ancora Romito - perché contunuano a mancare in Puglia figure di garanzia e partecipazione per i consumatori per vedere attuati i loro diritti". Ad esempio nei trasporti, se Trenitalia fornisce servizi scadenti alla sua utenza, sarebbe costretta a pagare appena 500 euro di penale. Cifra ridicola, se si rapporta al disagio dei cittadini e dalle penali (milioni di euro) che invece altre Regioni impongono alla stessa azienda di trasporti.
"E' una situazione - conclude Romito - che deriva anche dalla mancanza da una figura di tutela come il Garante del Consumatore che potrebbe in ambito regionale fornire un serio supporto alle istanze, che oggi non trovano risposte, in tutti i servizi pubblici, come quello sanitario e di tutela del risparmio, per non parlare del gravissimo problema del caro-prezzi. Insomma, se oggi il consumatore è trascurato dalla Regione le cose possono cambiare, ma per questo risultato dobbiamo unirci e sostenere le nostre istanze in modo più deciso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione