Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 22:52

Assolti in appello poliziotti accusati di maltrattamenti

I tre agenti della squadra mobile di Bari - Natale Mincuzzi, Bernardo Gaeta e Gianvito Sasso - facevano parte di un gruppo di una quindicina di poliziotti inviati a Barletta
BARI - Riformando la sentenza di primo grado la Corte d'appello di Bari ha assolto tre poliziotti già condannati per aver malmenato, sei anni fa, un giovane durante un controllo compiuto in un circolo ricreativo di Barletta, nel nord barese.
I tre agenti della squadra mobile di Bari - Natale Mincuzzi, Bernardo Gaeta e Gianvito Sasso - facevano parte di un gruppo di una quindicina di poliziotti inviati a Barletta per fronteggiare una situazione di pericolo per l'ordine pubblico causata dalla recrudescenza di atti criminosi. Durante le operazioni di controllo furono compiuti accertamenti nel circolo ricreativo nel quale un giovane, dopo due settimane dal controllo, denunciò di essere stato malmenato dai tre poliziotti baresi.
Secondo il sindacato autonomo di polizia (Sap), che dà notizia della vicenda giudiziaria, si trattò di «un errore di persona evidentissimo: infatti, i tre poliziotti si trovavano in tutt'altra zona della città quando si verificò il controllo nel circolo, che era stato invece effettuato da un'altra coppia di agenti i quali non solo si erano assunti la responsabilità del controllo, ma erano anche stati sottoposti a cure mediche per le ferite riportate nel corso della colluttazione con il giovane denunciante».

Al termine del processo di primo grado il Tribunale di Trani (Bari) condannò i tre poliziotti che decisero di ricorrere in appello. Dopo quattro udienze e l'audizione di alcuni testimoni, i giudici di secondo grado hanno mandato assolti i tre imputati su richiesta dello stesso sostituto procuratore generale Anna Maria Tosto.
Nella nota il Sap esprime «rammarico» per le decisioni assunte dall'amministrazione della polizia di Stato che, «pur conoscendo benissimo la realtà dei fatti, ha comunque imposto pesanti ripercussioni alla carriera dei tre poliziotti (tutti pluridecorati per le loro innumerevoli operazioni di polizia espletate con successo a Bari), ripercussioni che potranno essere cancellate solo in minima parte».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione