Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 06:04

E' emergenza per la diga di Occhito

In attesa della "piena" il prefetto di Foggia, Fabio Costantini, ha disposto l'interruzione precauzionale dei collegamenti ferroviari e il blocco di tratti della statale 16, 16 ter adriatica e dell'autostrada A14
FOGGIA - E' attesa attorno alle 23 l'onda di piena nella zona di "Ripalta", a valle della diga di Occhito, interessata dalle operazioni di deflusso dell'acqua in eccesso raccolta nell'invaso. Proprio a causa delle operazioni di deflusso il prefetto di Foggia, Fabio Costantini, ha disposto l'interruzione precauzionale dei collegamenti ferroviari e il blocco di tratti della statale 16, 16 ter adriatica e dell'autostrada A14.
Predisponendo il piano di emergenza, la prefettura ha deciso di ritardare il più possibile gli interventi precauzionali in attesa che sulle strade interessate ci fosse poco traffico e che la gente arrivasse a casa. Gli abitanti delle zone interessate dall'onda di piena sono stati avvisati perchè stiamo in stato di allerta. E' stato inoltre disposto che i treni che provengono da Sud siano bloccati nelle stazioni di San Severo o Foggia. Tre treni delle Fs provenienti da Nord sono invece bloccati a Termoli.
Secondo i dati riferiti dalla prefettura, a causa delle insistenti piogge che interessano la zona, nella diga entrano 700 metri cubi al secondo di acqua e ne vengono fatti defluire 450. Il deflusso ha provocato l'allagamento dei campi e ha interessato un'azienda che estrae ghiaia lungo il fiume Fortore.
In queste ore è in corso presso la prefettura di Foggia una riunione operativa per far fronte all'emergenza in atto. Secondo le previsioni meteorologiche, nella foggiano dovrebbe smettere di piovere nelle prossime ore e verso le 6 o le 7 di domattina dovrebbe diminuire la piena del fiume Fortore. Successivamente le operazioni di svuotamento della diga proseguiranno ma in modo più graduale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400