Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:11

L'8 marzo sciopera la Moda in Puglia

Nel comparto è prevista un'astensione di otto ore a sostegno di un disegno di politica industriale finalizzato alla difesa e al rilancio del settore con l'introduzione obbligatoria dell'etichetta d'origine
BARI - Sciopero di otto ore nel comparto moda in Puglia in occasione dell'8 marzo: una scelta non casuale secondo i sindacati di categoria che sottolineano come il sistema Moda pugliese conti circa 8000 imprese che occupano oltre 50.000 lavoratori, in maggioranza donne. Lo sciopero è stato proclamato a sostegno di un disegno di politica industriale finalizzato alla difesa e al rilancio del settore con l'introduzione obbligatoria dell'etichetta d'origine, la reciprocità e regole chiare e condivise per le produzioni e gli scambi internazionali, l'intensificazione della lotta alla contraffazione e il contrasto delle importazioni illegali. I sindacati chiedono tra l'altro anche l'incentivazione della formazione e della riqualificazione professionale, la riduzione delle tasse sul lavoro e la difesa dei livelli retributivi, la riforma e l'estensione degli ammortizzatori sociali a sostegno del reddito dei lavoratori.Tre manifestazioni si terranno in Puglia nelle zone a più alta vocazione tessile e calzaturiero: Lecce, Martina Franca e Barletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione