Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:18

Niente scuola per i figli: denunciati

L'indagine a carico di 80 genitori nel Brindisino che non mandavano a scuola i ragazzi ancora alla scuola dell'obbligo. 48 i minori coinvolti, alcuni mai entrati in aula
BRINDISI - Con l'accusa di aver violato la normativa sull'istruzione obbligatoria dei minorenni e per sfruttamento del lavoro minorile, 80 genitori - a comunque esercenti la patria potestà - sono stati denunciati dai carabinieri di Brindisi. I militari hanno inoltre identificato 48 minorenni in età scolastica che non frequentavano le lezioni o, in alcuni casi, non si erano visti tra i banchi di scuola dall'inizio dell'anno.
Nel corso delle operazioni, sono stati denunciati anche alcuni cittadini extracomunitari per aver costretto i propri figli a chiedere l'elemosina agli incroci delle strade o ai semafori a pulire i parabrezza delle auto.
I controlli sono stati fatti a Brindisi e nei paesi della provincia, Mesagne, Francavilla Fontana, Oria, Ostuni, Fasano, Erchie, San Donaci, San Pancrazio Salentino e Cisternino.

Lo scorso anno, i militari denunciarono con le stesse accuse un'altra cinquantina di genitori.
I controlli sono stati fatti in collaborazione con le direzioni didattiche delle scuole brindisine e sono stati avviati, tra l'altro, dopo la denuncia di una mamma che aveva accertato, con l'uso di un videotelefono che il proprio figlio aveva marinato la scuola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione