Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:48

Nel carcere di Trani uno sportello-stranieri

Apre domani, all'interno del carcere di Trani, uno sportello informativo a favore dei detenuti extracomunitari. L'iniziativa arriva dall'associazione di volontariato penitenziari "Il Tra-ghetto"
TRANI - Apre domani, all'interno del carcere di Trani, uno sportello informativo a favore dei detenuti stranieri. L'iniziativa arriva dall'associazione di volontariato penitenziari "Il Tra-ghetto", espressione della Caritas Diocesana di Trani-Barletta-Bisceglie, in collaborazione con l'associazione "Etnie".
Si tratta di uno sportello informativo per rispondere alle esigenze dei detenuti stranieri: una esperienza, unica in Puglia, che si avvale della presenza di quattro operatori, di cui due stranieri.
L'intento è quello di coprire ben sette lingue, tra cui l'arabo e l'albanese, così da agevolare i processi di integrazione e andare incontro alle esigenze di una parte della popolazione detenuta tra le più trascurate.
L'iniziativa intende fornire servizi di informazione sulla vita interna della detenzione per facilitare la comprensione del contesto carcerario; promuovere la partecipazione dei detenuti stranieri all'attività di scolarizzazione; orientantare e informare i detenuti stranieri in relazione ai diritti di tutela giuridica e fruizione di percorsi alternativi alla detenzione; dare informazione sul rinnovo del permesso di soggiorno.
«Il progetto intende offrire un servizio di mediazione culturale dello stesso istituto per agevolare i rapporti fra istituzione e la popolazione dei detenuti immigrati ed eventualmente prevenire eventuali incomprensioni» sottolineano i promotorii dell'iniziativa.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione