Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 12:03

Un canosino nella banda di rapinatori di Brescia

Sabino Fiore, di 54 anni, residente da tempo a Milano, era con i bresciani che rapinavano banche e poi vi depositava anche la refurtiva. La banda è stata sgominata dai carabinieri
BARI - C'anche un canosino, Sabino Fiore, di 54 anni, residente da tempo a Milano, nella banda bresciana che rapinava banche e poi vi depositava anche la refurtiva. La banda è stata sgominata dai carabinieri della Compagnia di Verolanuova, provincia di Brescia. Quattro persone, tra cui il canosino, sono stati arrestati ieri mattina con accuse che vanno dall'associazione a delinquere alla rapina pluriaggravata, dal riciclaggio di denaro di provenienza illecita alla ricettazione.
La banda è ritenuta responsabile di diversi colpi in banca messi a segno nell'estate dello scorso anno nel bresciano e a Lodi. Il bottino delle sei rapine ammonterebbe a circa 70 mila euro. Denaro che veniva poi depositato nuovamente in banca dalla donna, che faceva da cassiera, e che versava mensilmente tranches dai 2 mila ai 5 mila euro. Le rapine venivano perpetrate con taglierino: due facevano da palo, due entravano nelle banche ed eseguivano di fatto i colpi.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione