Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 14:59

Brindisi - Matteoli a «Mediterre»

In contemporanea la Conferenza delle Arpa. Le aree protette luoghi dove si sperimentano nuovi modelli di sviluppo sostenibile • Fusilli: «I parchi hanno bisogno di risorse»
Brindisi - Matteoli a «Mediterre»
BRINDISI - Sulla scorta del successo della prime due edizioni, che hanno visto la partecipazione di oltre 90 espositori e l'afflusso di migliaia di visitatori, per il terzo anno consecutivo la Puglia ospiterà «Mediterre», la fiera dei parchi del Mediterraneo, importante appuntamento annuale per il mondo dei parchi sui temi della conservazione della natura e dello sviluppo sostenibile. La manifestazione si svolgerà dal 3 al 6 marzo 2005 a Brindisi, nei pressi dell'antico porto romano. Mediterre, promossa dalla Regione Puglia, dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e dalla Federparchi, è una manifestazione dedicata ai parchi e alle aree naturali protette del Mediterraneo, nata per favorire rapporti di scambio e collaborazione tra i diversi soggetti interessati a vario titolo alla loro gestione.

Le aree naturali protette sono i luoghi nei quali si conserva una porzione significativa dei paesaggi dell'ecoregione mediterranea e si sperimentano nuovi modelli di sviluppo sostenibile. In questi lembi di terra, pertanto, si gioca una significativa scommessa per un futuro migliore, dentro e fuori i loro confini.
Mediterre è l'occasione per conoscere e condividere risultati raggiunti ed esperienze realizzate. la sede nella quale far maturare progetti comuni e promuovere prodotti ed iniziative. il luogo nel quale incontrare operatori del settore e conoscere lo stato dell'arte dei diversi settori della conservazione della natura e dello sviluppo sostenibile.

Sarà Altero Matteoli, ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio a concludere i lavori della terza edizione di «Mediterre» in programma a Brindisi da giovedì a domenica prossimi. Il ministro ha espresso giudizi fortemente positivi su questo evento internazionale. «La Fiera dei Parchi del Mediterraneo, scrive Matteoli in una nota affidata all'ufficio stampa di Mediterre, è un evento in sintonia con l'indirizzo sostenuto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio in questi anni nei confronti delle aree protette. Sin dal mio insediamento, infatti, accanto alla missione di protezione e tutela del patrimonio naturale ho cercato di promuovere lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio, diffondendo un modello in grado di costituire una reale opportunità per gli abitanti e valorizzare le realtà locali. Questo modello di gestione italiano delle aree naturali protette, in cui la protezione si coniuga con lo sviluppo, è stato esportato anche all'estero ed è già stato accolto con favore da diverse realtà che, seppur differenti dalla nostra, hanno la nostra stessa missione di tutela e allo stesso tempo di promozione del proprio patrimonio naturale. Questa nuova visione ha già favorito il successo di tante iniziative di carattere anche internazionale di cui proprio Mediterre è un esempio significativo e costituisce il criterio che il Ministero intende applicare con sempre maggiore determinazione».
La cerimonia di inaugurazione si terrà nel teatro Impero di Brindisi. giovedì alle 11.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione