Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 05:38

Scippi a vecchiette e ragazze, due arresti a Lecce

In un mese e mezzo almeno dieci scippi a donne anziane e studentesse universitarie a passeggio nelle zone del centro storico. Manette ai polsi per due pregiudicati locali
LECCE - Con l'accusa di aver compiuto in un mese e mezzo almeno dieci scippi a donne anziane e studentesse universitarie a passeggio nelle zone del centro storico e in piazza Mazzini, a Lecce, due pregiudicati, Maurizio Passione, di 29 anni, e suo cognato Giuseppe Metrangolo, di 36, sono stati arrestati dalla polizia.
Gli arresti sono stati compiuti in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Lecce Pietro Baffa, su richiesta del sostituto procuratore Giovanni Gagliotta.
Secondo la ricostruzione fornita dagli investigatori, i due agivano a bordo di un motorino. Una volta strappata la borsetta alla vittima designata, fuggivano contromano. Per non essere identificati nascondevano la targa del motorino con un pezzo di giornale e indossavano berretti e caschi.
All'identificazione dei due malfattori si è giunti dopo un incidente stradale che i due hanno avuto lo scorso 12 febbraio, poco dopo un colpo: dalla borsetta appena scippata cade il portafogli, la gente li guarda, i due si innervosiscono e uno dice all'altro 'prendi la pistolà. Questa frase non sfugge ad una studentessa universitaria che ha il pallino per la criminologia, che segnala i due alla polizia. Partono le prime indagini e gli agenti bloccano i due mentre, sul motorino, stanno rientrando a casa.
Il motorino danneggiato nell'incidente e un ginocchio malconcio di uno dei due danno conferma ai sospetti. Nella successiva perquisizione domiciliare nella casa di Passione viene sequestrata una pistola giocattolo priva del tappo rosso. I risultati investigativi finiscono sul tavolo del magistrato che chiede e ottiene dal gip l'arresto dei due indagati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione