Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 01:11

Morì per una cisti ovarica

La giovane donna di Bari si era fatta operare a Bologna presso una clinica specializzata. Aveva 22 anni. Il pubblico ministero ha avviato un'indagine e sequestrato la cartella clinica
BOLOGNA - Il pm di Bologna Lorenzo Gestri ha disposto il sequestro della cartella clinica di Daniela C., 22/enne di Bari, morta lunedì scorso nella clinica Villa Erbosa del capoluogo emiliano subito dopo essere stata sottoposta ad anestesia e quando l'intervento per l'asportazione di una cisti ovarica era appena cominciato.
L'inchiesta della magistratura bolognese si è messa in moto dopo una segnalazione della stessa Villa Erbosa.
Gestri affiderà al medico legale Giuseppe Fortuni l'autopsia che verrà eseguita lunedì prossimo e che dovrà accertare i motivi del decesso. Come atto dovuto il pm manderà avvisi di garanzia a tutti i medici che hanno trattato la ragazza, in modo che possano nominare, a loro garanzia, consulenti di fiducia per l'accertamento autoptico.
a ragazza aveva deciso di farsi operare a Bologna dopo che una sua cugina si era sottoposta ad un intervento analogo a Villa Erbosa. Era partita da Bari in ottima salute due giorni prima dell'intervento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione