Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 08:29

Andria - Un museo del confetto

In quattro sale dove lo zucchero sposa le mandorle pugliesi o le nocciole piemontesi
confetti ANDRIA - Un museo dedicato al confetto. L'iniziativa è della famiglia andriese Mucci, pietra miliare nel settore dolciario, la cui attività ha festeggiato oltre un secolo di attività. I Mucci hanno allestito nella vecchia bottega nel centro storico di Andria, in via Gammarota, un museo che raccoglie la storia di questo particolare dolce.
Quattro le sale allestite in un antico immobile in pietra e tufo. La prima sala è dedicata alla produzione del confetto, la seconda al cioccolato e la terza alla produzione della caramella. Gli ambienti sono arredati con macchinari, attrezzature, arricchiti da un percorso iconografico culturale. Nella quarta sala è possibile vedere un video sui momenti più salienti della lavorazione del confetto e la storia oltre che gustare le varie specialità prodotte.
«La tradizionale lavorazione, particolarmente attenta e scrupolosa con attenzione alla scelta delle materie prime per garantire una qualità ed una bontà veramente inimitabili - continua Mucci - l' assortimento di confetti di ogni sapore e forma comprende i famosi "tenerelli", specialità tipica di Andria realizzata con mandorle sceltissime di Puglia e nocciole Piemonte ricoperte di puro cioccolato e confettati. Poi ci sono i confetti ripieni di rosolio, di croccante, di liquore (28°) purissimo, di caffè espresso o i classici confetti con la mandorla Avola, i fruttini al marzapane e tanti altri peccati di gola».

Questi gli orari: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 17 alle 20.30; domenica: 10-13 e 18-20.30. Il museo si trova in via Gammarrota, 12, ad Andria, mentre il sito internet è www.museodelconfetto.it.

Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione