Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:29

Polemiche roventi tra «Repubblica» e Fitto

Il Comitato di redazione del quotidiano respinge le accuse circa le presunte falsità in tema di sanità pubblica e replica: «Lede la dignità dei giornalisti». Il governatore: «E no! Se è libertà d'opinione è libertà per tutti»
BARI - Il comitato di redazione del quotidiano La Repubblica «respinge le accuse del presidente della Regione Puglia Raffaele Fitto e ne stigmatizza il comportamento gravemente lesivo della dignità e dell'indipendenza dei giornalisti». Ieri Fitto, secondo quanto riporta lo stesso quotidiano nella prima pagina dell'edizione di Bari, aveva accusato La Repubblica di scrivere falsità in tema di sanità pubblica per favorire la campagna elettorale del centrosinistra.
«Il presidente della giunta regionale pugliese - afferma in una nota il cdr - cerca di far passare per strumentalizzazioni create da Repubblica a presunti fini elettoralistici, gravi fatti di cronaca, quali quelli che nei giorni scorsi hanno riguardato la sanità pugliese, peraltro riportati con grande enfasi da tutti gli organi di stampa a livello locale e nazionale». «I giornalisti di Repubblica - conclude la nota - ribadiscono la propria autonomia e indipendenza e il proprio impegno per un'informazione corretta e libera da qualsiasi condizionamento, nell'esclusivo interesse dei lettori e dei cittadini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione