Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 10:05

Preoccupa ancora la diga di Occhito

E' ancora preoccupante la situazione delle campagne circostanti il fiume Fortore perché l'acqua da giorni ha completamente inondato il terreno e distrutto le colture
FOGGIA - E' ancora preoccupante la situazione delle campagne circostanti il fiume Fortore perché l'acqua da giorni ha completamente inondato il terreno e distrutto le colture. E' conseguenza delle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi che hanno ingrossato il fiume e i torrenti che vi affluiscono e hanno indotto i responsabili del Consorzio di Bonifica di Capitanata ad aprire le paratoie della Diga di Occhito, enorme invaso tra Puglia e Molise che ha raggiunto il livello di guardia.
Per il direttore generale del Consorzio di Bonifica della Capitanata, Giuseppe D'Arcangelo, «al momento la situazione della diga di Occhito è abbastanza rassicurante». Il monitoraggio da parte dei tecnici del Consorzio, ha spiegato D'Arcangelo, viene compiuto regolarmente: «in inverno il pericolo di inondazioni che possono alzare il livello delle acque è maggiore perciò, già da alcune settimane, abbiamo aperto le paratoie della diga consentendo uno scarico controllato delle acque a valle. Fino ad oggi sono stati scaricati circa 40 milioni di metri cubi di acqua».
D'Arcangelo ha detto ancora che l'altro ieri la diga aveva raggiunto il massimo livello, pari a 190 metri sul livello del mare. «Oggi grazie al nostro intervento - ha continuato - il livello è già calato di circa 30 centimetri rispetto al massimo consentito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione